skip to Main Content

Ucraina, la Russia lancia un doppio messaggio usando la Siria

La Russia lancia un doppio messaggio sull’Ucraina usando la Siria. Il primo, a Israele, è una minaccia di ridurre la sua libertà di azione in caso di posture “sconvenienti”. Il secondo, per tutti, riguarda le capacità di contrasto alle tecnologie “nemiche”

La Russia lancia un messaggio alla comunità internazionale e usa la Siria per farlo. Nelle scorse ore, il ministero della Difesa di Mosca ha annunciato che i sistemi di difesa anti-aerea russi Pantsir-S e S-125, schierati nel paese meridionale, hanno intercettato tre dei cinque missili, lanciati a Latakia da presunti caccia di Israele contro alcuni siti militari. Il messaggio è chiaro ed è duplice. Da una parte Mosca vuole comunicare allo Stato Ebraico che la sua libertà d’azione in Siria non è garantita in automatico e che potrebbe quindi essere ridotta drasticamente se venissero adottate posture “sconvenienti” sull’Ucraina. Dall’altra, invece, si vuole far sapere a tutti di essere in grado di contrastare anche le tecnologie offensive più moderne, come quelle dei missili di Israele, finora invisibili alle difese siriane se non quando era troppo tardi.

Back To Top