skip to Main Content

Ucraina, i rottami militari russi finanziano l’esercito di Kiev

I rottami militari russi finanziano l’esercito di Kiev. Boom di vendite online in tutto il mondo di parti di veicoli e velivoli di Mosca distrutti nella guerra. I fondi ricavati sono usati per comprare droni per l’Ucraina

L’ultima moda per finanziare le forze armate ucraine passa dalla vendita online dei rottami militari russi. Si tratta di parti degli equipaggiamenti di soldati, veicoli e velivoli, distrutti o abbandonati nel corso degli scontri. Ce ne è per tutti i gusti: da parti dei caccia SU-34, proposte a mille dollari, a frammenti provenienti dalle carlinghe degli elicotteri MI-28 Havoc. Uno dei canali di vendita più attivi è il profilo Twitter del fondo “Dronesforukraine” (@Drones4Ukr). Il mercato, peraltro, sembra molto fiorente. In tutto il mondo ci sono migliaia di collezionisti di militaria, che non vedono l’ora di possedere una spoglia di guerra altrimenti irraggiungibile. Non mancano nemmeno i semplici sostenitori di Kiev, disposti a tutto per sostenere il paese europeo contro l’aggressione d Mosca. Ogni singolo centesimo guadagnato dalle vendite, infatti, viene speso dal Fondo per acquistare droni destinati all’esercito ucraino.

Back To Top