Siria, stallo Isis-SAA ad Abu Kamal. Tiger Forces in arrivo da Mayadeen

Siria Isis Deirezzor Isil Daesh Statoislamico Is Saa Sdf Tigerforces Abukamal Albaghdadi Mayadeen Cizirestorm Aljazeera Albukamal Merv Raqqa

Le Tiger Forces dovrebbero sbloccare la situazione contro Isis ad Abu Kamal, sono a 30 chilometri dalla città

Ad Abu Kamal (A Bukamal) la battaglia tra Isis e l’esercito siriano (SAA) è in una situazione di stallo. Ciò dopo che un contrattacco a sorpresa del Daesh ha permesso ai miliziani di riconquistare circa metà della città. I soldati da quel momento sono riusciti a mantenere le linee di difesa, ma non hanno potuto avanzare. Soprattutto perché lo Stato Islamico protegge strenuamente un quartiere, dove si ritiene vi sia nascosto un personaggio di primo piano della formazione. Forse lo stesso Califfo Abu Bakr al-Baghdadi. Il SAA ha richiesto l’intervento delle Tiger Forces, di stanza a Mayadeen, che hanno cominciato a dirigersi verso la città a sud di Deir ez-Zor. Al momento hanno percorso circa la metà della strada e sono a 30 chilometri dalla roccaforte da nord ovest. Nel viaggio hanno liberato Tal Malham. A sostegno della loro avanzata, peraltro, sono in corso raid aerei su Abbas.

A Deir ez-Zor l’operazione Cizire Storm toglie a Daesh i campi petroliferi di Tanak e Shuyeyl

Intanto, le SDF assestano un altro colpo a Isis a Deir ez-Zor. Le forze siriane dell’operazione Cizire Storm (Al Jazeera) hanno cacciato Daesh dai campi petroliferi di Tanak, i più grandi del paese. Al 2015 la loro produzione stimata era tra gli 11.000 e i 12.000 barili di greggio al giorno. Subito dietro di loro ci sono quelli di Al Omar (6.000-9.000) già sotto il controllo dei combattenti a guida curda. Inoltre, hanno conquistato la città di Shuyeyl, dopo la fuga di massa dello Stato Islamico dalla zona. Il prossimo obiettivo saranno Diban e Ruaqyb. Ciò in modo da bonificare tutta la sponda orientale dell’Eufrate verso sud.

La BBC scopre che da Raqqa, grazie al cessate il fuoco, sono fuggiti 250 miliziani Isis e 3.500 familiari. In parte diretti nella MERV e in parte verso Abu Kamal

Da Raqqa, invece, arrivano le conferme sulla fuga dei miliziani Isis dalla città, a seguito del cessate il fuoco mediato con le tribù locali. Ciò anche se la Coalizione Internazionale era contraria. La BBC ha svelato che 250 jihadisti del Daesh e loro 3.500 familiari hanno lasciato la zona a bordo di un convoglio. Nella ex capitale dello Stato Islamico sono stati stabiliti 2 punti per di raccolta transfughi, saliti a bordo di pullman e camion. I mezzi si sono poi diretti a est nella zona desertica e sono scomparsi. Il gruppo è stato successivamente avvistato a Ma’adan e in un’altra località, prima che arrivasse a sud di Merqada ed entrasse nel territorio controllato da Isil. A quel punto sembra si sia diviso. Una parte si è diretta verso la Middle Euphrates Valley (MERV); un’altra n direzione di Abu Kamal. Qui, infatti, sono giunti solo alcuni pezzi del convoglio originale.

L’inchiesta della BBC sulla fuga del convoglio di jihadisti Daesh da Raqqa a seguito dell’accordo con le tribù locali