skip to Main Content

Siria, SDF: Raqqa sarà definitivamente libera da Isis entro 2 mesi

Siria, SDF: Raqqa Sarà Definitivamente Libera Da Isis Entro 2 Mesi

Le SDF hanno cacciato isis da circa il 65% di Raqqa e attaccano su 3 fronti in contemporanea

Raqqa sarà definitivamente liberata da Isis entro 2 mesi. Lo hanno riferito i vertici delle SDF dopo aver effettuato un’attenta valutazione della situazione sul terreno. I combattenti siriani hanno cacciato i miliziani Daesh da circa il 65% della roccaforte e oggi stanno avanzando su 3 assi: Nahdah, Tashih e Mawrur. Peraltro, una volta conquistato quest’ultimo quartiere, lo Stato Islamico verrà relegato verso nord. Qui potrà ripartire l’offensiva ad Andalus, Tishrin e nella’area meridionale della base della 17esima divisione per schiacciare i jihadisti tra 2 fuochi. In previsione di ciò, infatti, si continua a combattere a Rawdah e al-Bared. L’obiettivo delle SDF è lanciare più attacchi in simultanea, possibilmente in quadranti lontani tra loro. Ciò in modo da non dare a Isil la possibilità di organizzare difese adeguate e parallelamente eliminare più nemici possibili nel corso delle manovre.

L’esercito siriano attacca Isis per cercare di riprendere Ghanem Al-Ali, mentre avanza verso Deir ez-Zor a est di Sukhnah

A sud di Raqqa le Tiger Forces dell’esercito siriano (SAA) e le milizie alleate continuano a combattere per recuperare Ghanem Al-Ali, persa contro Isis nei giorni scorsi. I militari, oltre a inviare assetti pesanti nelle aree a ovest di Ma’adan, hanno anche effettuato diversi raid aerei in tutta la zona. Invece, a est di Sukhnah i soldati procedono verso Deir ez-Zor, cacciando Daesh da tutti i villaggi lungo la strada che da Palmyra porta alla provincia. L’ultimo in ordine di tempo è stato Jabal Dahik al-Sharqi. Intanto, sono arrivati nella roccaforte dello Stato Islamico i pullman con i miliziani e le loro famiglie, che avevano lasciato Qalamoun dopo un accordo con Hezbollah e Damasco, I mezzi con i jihadisti a bordo qualche ora fa hanno superato indenni il check point di al-Hamimah, per poi dirigersi in città.

Back To Top