skip to Main Content

Siria, SDF e Inherent Resolve smantellano il network pro-ISIS ad Al-Hol

SDF e Inherent Resolve smantellano il network pro-ISIS ad Al-Hol. Arrestati decine di miliziani in un’operazione congiunta durata due settimane. Per i jihadisti il campo era strategico per i reclutamenti e come base logistica

Le SDF e Inherent Resolve hanno appena concluso una maxi operazione nel campo di Al-Hol (Hasaka) per smantellare il network dello Stato Islamico che opera all’interno della struttura. Le manovre, chiamate Operation Humanity & Security 2, sono durate due settimane e hanno portato allo smantellamento della principale rete di facilitatori, attiva sia nel campo sia nell’Est della Siria. Nel corso dei raid in cui sono stati arrestati decine di jihadisti pro-ISIS, inoltre, sono state liberate cinque donne, incatenate e torturate dai miliziani all’interno di alcuni tunnel. Per IS si tratta di un colpo molto duro. Ciò in quanto Al-Hol era strategico per i fondamentalisti sia per i reclutamenti e l’indottrinamento delle nuove reclute sia in quanto rappresentava una sorta di rifugio “sicuro”, al riparo dai pericoli provenienti dalle forze curde e della Coalizione. Il campo, infatti, era usato anche come base logistica e per la pianificazione di azioni nel quadrante.

Back To Top