skip to Main Content

Siria, SDF dividono Isis a Tabqa e isolano i miliziani alla diga

Siria, SDF Dividono Isis A Tabqa E Isolano I Miliziani Alla Diga

SDF tagliano in 2 Isis a Tabqa e isolano la diga

Grande vittoria delle SDf a Tabqa contro Isis. I combattenti siriani sono riusciti a conquistare il Primo Quartiere, che divide la città dalla diga (Euphrate Dam). A seguito di ciò, i miliziani Daesh nella zona sono stati divisi e isolati. Da una parte quelli che si trovano all’interno dei distretti ancora assediati. Dall’altra, gli elementi dello Stato Islamico che controllano la sponda sud della diga. In questo modo è stata completamente compromessa la loro libertà di movimento. Inoltre, si potranno attaccare i due presidi da tre fonti, chiudendoli con una manovra a tenaglia. Infine, Wrath of Euphrates si è avvicinata ulteriormente alla centrale idroelettrica, strategica per controllare la città. Peraltro, solo poche ore fa lo Stato Islamico era stato sconfitto anche presso l’ospedale nazionale Watanî, dopo alcuni giorni di battaglia. Distrutto nelle operazioni anche un tunnel tra la Città Vecchia e quella nuova.

Damasco: La battaglia dei curdi siriani è legittima e preserva l’unità nazionale

Peraltro, l’offensiva delle SDF/YPG contro Isis ha ottenuto anche il riconoscimento di Damasco. Il ministro degli Esteri siriano, Walid al-Muallim, ha dichiarato che “la battaglia dei curdi siriani contro il Daesh è legittima e preserva l’unità nazionale”. Si tratta di un endorsement importante, soprattutto per l’imminente offensiva contro lo Stato Islamico a Raqqa e quella a Deir ez-Zor. Le SDF combatteranno la prima mentre le Tiger Forces del Syrian Arab Army (SAA) la seconda, insieme alle forze Al-Ashaer e al Quinto Corpo d’Assalto. Le truppe sul terreno saranno supportate nel primo frangente dall’Operazione Inherent Resolve. Nell’altro dalle Forze aerospaziali russe. Per far ciò, però, queste ultime si dovranno schierare all’aeroporto di Minnag, in piena Rojava. In entrambi i casi aiuterà la recente istituzione delle zone cuscinetto (de-confliction), che permetteranno a tutte le parti di concentrarsi nella lotta a Isil.

Endorsement è ulteriore conferma che Damasco e YPG lavoreranno insieme contro Isis

D’altronde, c’erano già stati contatti – seppur non confermati ufficialmente – tra Damasco e SDF/YPG in chiave anti-Isis. Il 1 maggio c’è stata una riunione segreta ad Efrin (Afrin) a cui avrebbero partecipato alti funzionari siriani, curdi e russi. Nell’incontro si è deciso di dare il via a un’operazione congiunta SDF/ militari siriani presso i villaggi a ovest di Aleppo e a Idlib. Mosca si è impegnata a fornire supporto aereo alle truppe sul terreno. Tanto che sono in corso i lavori per approntare la base aerea a Minnag. Non è un mistero, infatti, che da qualche giorno sono arrivate al confine tra la Siria e la Turchia truppe corazzate russe. Formalmente come deterrente contro nuovi attacchi di Ankara. Che invece continuano ad avvenire, anche se in altre zone lungo la frontiera. Probabile che siano l’advanced party della forza che proteggerà la base di Mosca, in vista dell’arrivo di velivoli ed elicotteri.

Back To Top