skip to Main Content

Siria: SDF avanzano contro Isis a Raqqa e Deir ez-Zor, nonostante il SAA

Siria: SDF Avanzano Contro Isis A Raqqa E Deir Ez-Zor, Nonostante Il SAA

A Raqqa le SDF tolgono a Isis l’ospedale Mashhadani e attaccano Rawdah da sud

Le SDF continuano ad avanzare contro Isis a Raqqa, togliendo altro terreno ai miliziani. Nelle scorse ore, i combattenti siriani hanno cacciato Daesh dall’ospedale Mashhadani ad Al-Thakana. Inoltre, hanno aumentato la pressione a Rawdah, attaccando lo Stato Islamico anche da sud, attraverso il vecchio cimitero. Tanto che nelle ultime 24 ore sono stati oltre 32 i miliziani uccisi, a fronte di 8 membri delle forze a guida curda. Peraltro, manca poco per liberare definitivamente tutto il centro della città. Poi, si procederà verso nord, in modo da schiacciare i jihadisti rimasti. Nel frattempo, proseguono le evacuazioni dei civili dalle zone calde e in giornata ne sono stati salvati oltre un centinaio e portati in zone sicure.

L’operazione Cizire Storm arriva a 7 chilometri da Deir ez-Zor e prosegue nonostante gli attacchi siriani

Prosegue anche l’operazione delle SDF Cizire (Jazira) Storm a Deir erz-Zor, nonostante i raid aerei a sorpresa dell’esercito siriano (SAA) contro le forze a guida curda. In 8 giorni di manovre, i combattenti a guida curda hanno tolto a Isis 63 chilometri di territorio e salvato oltre 4.000 civili. Ciò a fronte di perdite pari a 14 elementi. Inoltre, nelle ultime ore hanno cacciato Daesh dalla rotonda 7Kilo e dalle fabbriche limitrofe. È chiamata così in quanto dista sette chilometri dalla città. Non solo. I portavoce delle SDF hanno anche fatto sapere che avanzeranno nell’area a prescindere dagli attacchi del SAA. In un primo tempo, invece, era stata stabilita un’intesa poi naufragata. Questa stabiliva che i soldati di Damasco avrebbero attraversato l’Eufrate, solo dopo che il contingente antagonista avesse lasciato l’area e si fosse diretto a est. Così, invece, non è stato.

Il SAA toglie Baghiliyah e avvia una maxi operazione a sud per arrivare fino ad Abu Kamal

Sul versante ovest di Deir ez-Zor, invece, l’esercito siriano ha cacciato Isis da tutta al Baghiliyah. I miliziani, però, dopo poche ore hanno lanciato un massiccio contrattacco e attualmente è in corso una violenta battaglia. Il SAA sta provando anche a chiudere Daesh tra la ex roccaforte e il confine iracheno con l’avvio di una maxi offensiva verso Abu Kamal. Lo hanno annunciato le forze pro-Assad, rendendo noto che le manovre coinvolgono siriani, iraniani, libanesi, pachistani, iracheni, afghani e russi. Questo contingente misto si muoverà nel deserto, avanzando in direzione della roccaforte dello Stato Islamico al confine tra i due paesi.

Back To Top