skip to Main Content

Siria, SDF a Raqqa riprendono ad avanzare contro Isis a Rawdah

Siria, SDF A Raqqa Riprendono Ad Avanzare Contro Isis A Rawdah

Isis continua ad attaccare le SDF con SVBIED, cecchini e droni armati

Le SDF a Raqqa hanno ripreso ad avanzare contro Isis a Rawdah. Lo hanno fatto conquistando riattivando l’offensiva e conquistando due strade del quartiere. Ciò dopo che ieri si erano concentrate in particolare a cacciare Daesh da Nahdah e Hisham Abdul Malek. Il riavvio delle manovre è coinciso con l’operazione in centro, dove i combattenti siriani hanno respinto un’azione dello Stato Islamico presso la vecchia moschea e ad al-Bared a ovest. Qui, una volta avuto ragione dei jihadisti, hanno contrattaccato spingendosi anche nel distretto vicino. Intanto i miliziani continuano a usare auto-bomba (SVBIED), cecchini e droni armati per tentare di rallentare le operazioni in tutta la roccaforte. Parallelamente, i team speciali stanno proseguendo nell’evacuazioni dei civili dalle zone di scontro. Questi sono portati in salvo nei campi profughi, dove altri assetti controllano che tra loro non si nascondano estremisti.

Isis rapisce e giustizia i membri tribali, mentre le Tiger Forces conquistano Al-Rabyeh e Joubilly, vicino a Ma’adan

Isis ha anche cambiato la strategia di propaganda contro le forze siriane a Raqqa. Finora aveva diffuso immagini su presunti massacri delle SDF e della Coalizione internazionale. Poi, ha cominciato a far circolare foto e video di prigionieri delle SDF torturati e uccisi. Infine, è passato a quelle di membri tribali. Questi sono stati rapiti e uccisi, in quanto avrebbero tradito l’alleanza siglata con Daesh. Il riferimento è sia al sostegno fornito alle truppe a guida curde sia il fatto che diverse milizie tribali si sono rifiutate di combattere per lo Stato Islamico. Non solo. Altre, invece, si sono alleate con l’esercito di Damasco (SAA), che sta avanzando sulla Halap ar-Raqqa Road verso Deir ez-Zor. Le Tiger Forces in prima linea e io combattenti tribali in seconda, infatti, sono arrivati alle porte di Ma’adan. Lo hanno fatto assumendo il controllo dei villaggi di Al-Rabyeh e Joubilly.

Back To Top