skip to Main Content

Siria, SDF a Raqqa convergono contro Isis da sud verso il centro

Siria, SDF A Raqqa Convergono Contro Isis Da Sud Verso Il Centro

SDF attaccano Isis nella Città Vecchia da sud

Le SDF a Raqqa cominciano a convergere contro Isis da sud verso il centro. I combattenti siriani, mentre completano la conquista di Hisham Abdul Malek, hanno improvvisamente virato in direzione della Città Vecchia, attaccando Daesh ai confini tra i due quartieri. Nella battaglia sono morti almeno 15 miliziani finora. Intanto, hanno completamente liberato la moschea di Uwais al-Qarani e quella di Ammar Ibn Yasir. Quest’ultima, però, come accaduto a Mosul con Al Nuri è stata fatta esplodere dai jihadisti. Gli estremisti, invece, all’interno dell’area hanno ancora forti presidi grazie a una serie di fortificazioni e a una rete di tunnel. La Coalizione, comunque, è intervenuta per bloccare gli spostamenti su superficie degli assetti dello Stato Islamico. Lo ha fatto con una serie di raid mirati presso la Rafiqa Street a est, che hanno causato 2 interruzioni di una trentina di metri sul percorso.

Le SDF controllano oltre il 50% di Raqqa

Complessivamente, le SDF hanno tolto a Isis oltre il 50% di Raqqa e continuano a liberare i civili, scortandoli fino alle aree sicure. Solo nell’ultima settimana, i combattenti siriani hanno tolto al Daesh circa 9 miglia quadrate di territorio nella roccaforte. Sull’asse occidentale, inoltre, hanno assunto il controllo di alcuni edifici strategici. Questi hanno permesso loro di avere una visione più ampia sulla città e di spingere ulteriormente verso il centro. A est, invece, si sta combattendo soprattutto a sud (Hisham Abdul Malek) e lungo la strada che taglia in due il centro abitato. Infine, nella zona meridionale dell’Eufrate è in corso il rinforzo delle posizioni prese nelle ultime settimane.

Raqqa è diversa da Mosul, ma non è meno pericolosa

Rispetto a Mosul, comunque, Raqqa è diversa. Innanzitutto è più piccola. Inoltre, è meno congestionata  e ci sono meno civili. La situazione, però, non è maggiormente agevole. Isis, infatti, come ha dimostrato finora farà tutto il possibile per cercare di resistere. In particolare, il Daesh sta impiegando una serie di auto-bomba (SVBIED) contro i combattenti siriani e i civili in fuga. Nonché, ha raggruppato nella Città Vecchia molti abitanti locali per usarli come scudi umani. Di conseguenza, le SDF devono procedere con estrema cautela per non mettere a rischio la vita degli abitanti.

Back To Top