skip to Main Content

Siria, le SDF hanno cacciato Isis dal 55% di Raqqa

Siria, Le SDF Hanno Cacciato Isis Dal 55% Di Raqqa

L’accelerazione delle manovre anti-isis è stata resa possibile dalla conquista di Shahada e Hisham Abdul Malek

Le SDF hanno cacciato Isis da oltre il 55% di Raqqa e dal 10% della città solo nelle ultime 2 settimane. Lo riferiscono i portavoce militari, commentando l’accelerazione dei progressi contro il Daesh da parte dei combattenti siriani. A contribuire al progredire dell’offensiva è stata la recente conquista di Shahada e Hisham Abdul Malek. Ciò ha di fatto tagliato ogni possibilità di accesso dei miliziani a tutta l’area sud della roccaforte. Non solo. Le truppe hanno registrato successi anche nella Città Vecchia, dove in queste ore si sta combattendo una dura battaglia contro lo Stato Islamico. Le SDF stanno attaccando su 2 fronti: meridionale e orientale. I combattimenti più duri sono in corso a Rawdah, prossima comunque a cadere. I miliziani non riescono a resistere al pressing nemico e arretrano sempre più verso ovest e nord.

L’esercito siriano sta combattendo per eliminare definitivamente Daesh tra Hama, Homs e Deri ez-Zor

A sud di Raqqa le Tiger Forces dell’esercito siriano (SAA) hanno avviato nelle ultime ore una massiccia operazione di bonifica dalla presenza di Isis tra le provincie di Hama, Homs e Deir ez-Zor. In particolare stanno attaccando il Daesh dalla zona a est di Salamiyah fino a nord di Sukhnah. Si combatte in particolare presso la montagna Sha’er e ad Al-Fasidah. Inoltre, i militari avanzano per chiudere i jihadisti e tagliare loro le vie di fuga a oriente. Si punta a cacciare via definitivamente lo Stato Islamico quanto prima dall’area, in modo da poter così dare il via all’offensiva a Deir ez-Zor. Le manovre di avvicinamento del SAA all’obiettivo sono già in corso, ma si teme che possano avvenire attacchi alle spalle dei miliziani.

 

Back To Top