skip to Main Content

Siria, le SDF e forze irachene cooperano per cacciare Daesh da Deir Ezzor

Le SDF condurranno la fase finale della campagna Jazeera Storm (Cizire Storm) contro Daesh a Deir Ezzor in collaborazione con le forze di sicurezza irachene

Le SDF condurranno la fase finale della campagna Jazeera Storm (Cizire Storm) contro Daesh a Deir Ezzor in collaborazione con le forze di sicurezza irachene (ISF). Lo ha annunciato il comandante delle forze arabo-curde in Siria e dell’operazione, Hashem Mohammed, parlando con l’agenzia ANHA. L’alto ufficiale ha confermato che l’offensiva contro lo Stato Islamico nella provincia è stata congelata a seguito del fatto che i combattenti si sono spostati ad Afrin per contrastare l’invasione della Turchia e delle forze di Olive Branch. Da quel momento, però, Isis si è riorganizzato e rafforzato nella regione, lanciando diversi attacchi contro le forze nemiche nell’area. Concluso il core della battaglia ad Afrin, le SDF sono tornate a Deir Ezzor per concludere il lavoro e annientare i jihadisti rimanenti, prima che estendano nuovamente la loro influenza ad altri quadranti del paese mediorientale.

Hashem Mohamed: Lungo le frontiere tra Iraq e Siria ci sono roccaforti dello Stato Islamico, usate per lanciare attacchi nei due paesi. Le truppe di Baghdad parteciperanno alla campagna, attaccando Isis nelle aree di confine

Le SDF a Deir Ezzor continuano a operare contro Daesh sulla sponda orientale dell’Eufrate. Hanno ripreso Jazeera Storm, muovendo su due assi: uno a sud, vicino al confine iracheno (Abu Kamal, Sha’fah, Hajin) e l’altro a est nel pieno della Middle Euphrates Valley (MERV). Nelle manovre, come ha ricordato Hashem Mohammed, sono supportate dalla Coalizione Internazionale, che fornisce supporto aereo alle forze siriane. Nei riguardi della partecipazione delle ISF, il comandante ha spiegato che “ci sono roccaforti dello Stato Islamico lungo le frontiere tra i due paesi. Queste sono usate dai miliziani Isis per lanciare attacchi sia in Siria sia in Iraq. Perciò abbiamo trovato un accordo con le forze di Baghdad, che parteciperanno alla campagna operando nelle aree di confine”. Il leader curdo, però, a riguardo non ha voluto fornire ulteriori dettagli. Soprattutto su come si coordineranno i due schieramenti per schiacciare i jihadisti.

Le dichiarazioni di Hashem Mohammed rilasciate ad ANHA

Back To Top