skip to Main Content

Siria, le SDF a Raqqa pressano Isis e attaccano l’ospedale nazionale

Siria, Le SDF A Raqqa Pressano Isis E Attaccano L’ospedale Nazionale

Le SDF a Raqqa attaccano Isis allo stadio di calcio, al White Garden e all’ospedale nazionale

Le SDF a Raqqa stanno pressando duramente Isis allo stadio di calcio, presso il White Garden e all’ospedale nazionale. I luoghi in cui il Daesh ha ammassato un elevato numero di civili da usare come scudi umani. L’obiettivo è liberarli il prima possibile per far accelerare le operazioni tese a completare l’annientamento dello Stato Islamico nella città. Le manovre, infatti, sono state rallentate soprattutto nelle zone di Nadah e al Tawrah a seguito dell’elevata presenza di abitanti locali, tenuti prigionieri dai miliziani. Sembra, però, che i combattenti curdi siano riusciti ad aprire una breccia nelle difese dei jihadisti presso l’ospedale. Tanto che le prime unità sono penetrate nella struttura e stanno preparando il terreno per l’arrivo dei compagni. Intanto, avanzano a Nahdah, Kurdan e Firdew. Parallelamente, la Coalizione internazionale ha bombardato gli estremisti ad al-Badou, uccidendone 20 e ferendone altri 15.

A Deir ez-Zor Isis è sotto un’offensiva su 3 assi: Mergeda, Jezrat e Suwar

Le SDF proseguono spedite anche a Deir ez-Zor, a sud di Raqqa, dove l’operazione Cizire Storm avanza su 3 assi. Nel primo, che parte da Mergeda, i combattenti siriani hanno cacciato Isis da 10 insediamenti, uccidendo diversi miliziani e sequestrando molte armi e munizioni. Nel secondo, partendo da Jezrat hanno liberato il villaggio di Hermushiyee attaccato il Daesh a Til Kesra. Il terzo, quello più ostico, è nato a Suwar e procede a rilento per la forte resistenza da parte dello Stato Islamico, che usa droni per rilevare la posizione del nemico. Tanto che nelle scorse ore ne è stato abbattuto uno. Il triangolo delle operazioni è delimitato da 2 fiumi. A ovest l’Eufrate e a est il Khibur. Per ora le SDF preferiscono non attraversare quest’ultimo, bonificando tutta l’area parallela ad Ash Shaddad. Ciò in attesa di lanciare l’offensiva finale nella Middle Euphrates Valley.

Back To Top