skip to Main Content

Siria, le SDF a Raqqa lanciano l’offensiva contro Isis a Nahdah

Siria, Le SDF A Raqqa Lanciano L’offensiva Contro Isis A Nahdah

Isis subisce un attacco a sorpresa a Nahdad e non ha quasi più difese a Hisham Abful Malek

Le SDF a Raqqa hanno attaccato Isis a Nahdah. I combattenti siriani hanno lanciato una battaglia contro Daesh nel quartiere occidentale della roccaforte, con l’obiettivo di spingersi verso il centro. Parallelamente hanno appena respinto una massiccia offensiva dello Stato Islamico a Shahada, appena liberato. Le truppe sono riuscite a bloccare il tentativo e sono passate al contrattacco, uccidendo almeno 41 miliziani e sequestrando numerose armi e pezzi di artiglieria. Inoltre, hanno annientato due auto-bomba (SVBIED) prima che queste potessero raggiungere l’obiettivo. Intanto, proseguono gli scontri a Hisham Abdul Malek, dove Isil continua ad arretrare. Il quartiere cadrà presto, anche grazie al fatto che numerosi estremisti lo hanno lasciato per lanciare l’azione fallita nel distretto vicino. Parallelamente all’avanzata sul terreno, la Coalizione internazionale continua a colpire dal cielo. Lo ha fatto con 8 attacchi su Raqqa contro postazioni nemiche.

Le Tiger Forces si apprestano a invadere Ma’adan. Il SAA, inoltre, stringe il cerchio su Sukhnah

A sud di Raqqa, le Tiger Forces dell’esercito siriano (SAA) continuano ad avanzare contro isis verso est, lungo la Halap ar-Raqqah Road. Ormai sono a pochi chilometri da Ma’adan, che potrebbero attaccare già nelle prossime ore. La città è importante perché la strada che vi passa conduce direttamente a Deir ez-Zor. In preparazione dell’irruzione nella roccaforte, il SAA sta per colpire nella zona nord. Da Bu-Hammad fino a Sabkah. Insieme ai soldati ci sono le milizie tribali, schierate in seconda linea. Le forze avanzano anche più a meridione. Qui l’obiettivo è assumere il controllo del monte Jabal al-Bashri, a ovest di Deir ez-Zor. Inoltre, nella provincia di Homs hanno cacciato lo Stato Islamico dalla collina Um Khasm hill e dal monte al-Qulaylat. Da qui hanno cominciato ad attaccare la periferia di Sukhnah.

Back To Top