skip to Main Content

Siria, le milizie pro-Iran a Deir Ezzor ora reclutano anche le giovani donne

Le milizie pro-Iran a Deir Ezzor ora reclutano anche le giovani donne. Sono richieste per le attività non militari, in primis negli ospedali. Teheran punta a espandere l’influenza in Siria  grazie a 3 pilastri: reclutamenti, nuove basi e crescita economica

Le milizie pro-Iran a Est di Deir Ezzor sviluppano ulteriormente la campagna di reclutamento dei civili locali e ora ammettono anche le giovani donne. Le volontarie potranno partecipare a tutte le attività non di carattere militare. In particolare, sono richieste come infermiere negli ospedali e nei centri medici controllati dai gruppi. Le ragazze siriane che decideranno di arruolarsi avranno uno stipendio di 300.000 lire siriane (circa 100 euro) e saranno formato con corsi specifici interamente finanziati da Teheran. I reclutamenti prima erano cominciati con gli uomini (a cui sono stati concessi numerosi benefit come le cure gratuite, stipendi elevati e orari di lavoro ridotti) e poi avevano coinvolto i giovani e i bambini, grazie all’affiliazione delle scuole all’Iranian Culture Centre. L’obiettivo è sempre lo stesso: aumentare l’influenza nel paese mediorientale, grazie a un piano che si basa su tre pilastri: reclutamenti, nuove basi e crescita economica.

Back To Top