skip to Main Content

Siria, la Turchia per la prima volta in 17 mesi bombarda in Kurdistan

La Turchia per la prima volta in 17 mesi bombarda in Kurdistan. I caccia delle TAF hanno attaccato le SDF a Sayda (Ain Issa) alla vigilia del Nowruz. Ormai non è più guerra per procura nel nord della Siria, Ankara alimenta un’escalation dagli esiti imprevedibili

La Turchia alza il tiro contro le SDF in Kurdistan. Caccia delle TAF, per la prima volta in 17 mesi, hanno bombardato postazioni delle forze curde all’intero del territorio siriano. Per di più alla vigilia del Nowruz. L’area coinvolta è Sayda (Ain Issa), che per tre giorni consecutivi ha visto le milizie pro-Ankara cercare invano di infiltrarsi sulla M4. L’intervento aereo è una palese violazione della tregua, mediata dalla Russia, e cambia il paradigma del conflitto, rischiando di alimentare un’escalation dagli esiti imprevedibili. Le SDF e l’esercito siriano (SAA), infatti, potrebbero prendere di mira le due basi turche nel quadrante e Mosca avrebbe poche “armi” per impedirlo. Ciò probabilmente scatenerebbe nuovi raid aerei di Ankara e contro-risposte curde in un circolo vizioso. La tensione al momento è alle stelle e tutti sono al lavoro per disinnescare la bomba.

Back To Top