skip to Main Content

Siria, Isis perde Abu Kamal e non controlla più nessuna città

Siria, Isis Perde Abu Kamal E Non Controlla Più Nessuna Città

L’esercito siriano e i suoi alleati riprendono Abu Kamal (Al Bukamal). Mistero sulla sorte dell’alto leader nascosto in un quartiere

Isis ha perso Abu Kamal (Al Bukamal), la sua ultima città in Siria. I soldati di Damasco (SAA) e le forze alleate l’hanno dichiarata libera dal Daesh in giornata. Anche il quartiere, particolarmente difeso dove si riteneva si nascondesse un altissimo comandante dello Stato Islamico. Forse lo stesso al Baghdadi. Al momento non ci sono informazioni su arresti o uccisioni eccellenti nei ranghi dei jihadisti. Si sa, però, che alcuni miliziani sono riusciti a fuggire nelle scorse ore verso nord est, in direzione della Middle Euphrates Valley (MERV). Per cui non è escluso, anzi, che tra loro ci possa essere anche il misterioso leader ultra-protetto. Comunque, in città sono cominciate da subito le perquisizioni casa per casa, per scoprire eventuali terroristi nascosti. Nelle prossime ore si procederà anche alla bonifica del centro abitato dagli ordigni e dalle mine collocate da Isil.

La caduta di Abu Kamal per Isis è un colpo mortale. Daesh non controlla più città in Iraq e in Siria. Ed è relegato solo nella MERV

La caduta di Abu Kamal rappresenta un colpo mortale per Isis. Non solo in Siria, ma anche nel resto del Medio Oriente. Daesh, infatti, non controlla più nessuna città nella regione. L’ultima a essere persa era stata Rawa in Iraq pochi giorni fa. Peraltro crollata solo dopo poche ore dall’inizio dell’offensiva ISF. Di fatto, ormai, lo Stato Islamico è relegato solo nella Middle Euphrates Valley, al confine tra i due paesi e non ha più possibilità di fuggire o espandersi verso altre zone. Sarà proprio lì che i jihadisti combatteranno la loro battaglia finale per la sopravvivenza. E, secondo numerosi analisti, non manca molto. Da una parte le forze irachene stanno spingendo verso l’area settentrionale della provincia di Anbar. Dall’altra, le truppe siriane, il SAA e le SDF dell’operazione Cizire Storm (Al Jazeera), si preparano a lanciare offensive di massa a nord est di Deir ez-Zor.

 

Back To Top