skip to Main Content

Siria, Isis ha perso tutta la Città Vecchia a Raqqa. Caduto Mansour

Siria, Isis Ha Perso Tutta La Città Vecchia A Raqqa. Caduto Mansour

Isis, dopo aver perso tutto il centro, è sotto attacco a Nahdah, Diriyah e al-Bared

Isis a Raqqa ha perso anche Mansour. Il quartiere è caduto dopo una dura offensiva delle SDF, che lo hanno conquistato pezzo per pezzo. Grazie a ciò, è stata completamente liberata dal Daesh la Città Vecchia della roccaforte. Peraltro, solo ieri le truppe siriane avevano ripreso l’ospedale pediatrico a sud. La struttura era usata come centro di comando degli estremisti. Inoltre, pochi giorni fa era stata la volta di al-Rashid. In queste ore, comunque, l’offensiva prosegue. Lo Stato Islamico è sotto assedio in 3 quartieri a ovest: Diriyah, Nahdah e al-Bared. Si punta a congiungere i due assi per tagliare il centro abitato in due e chiudere i jihadisti in due perimetri ben delimitati. Intanto, continuano le evacuazioni dei civili dalle aree più popolose in centro. Questi vengono scortati dai team speciali nei corridoi meridionali e in quello orientale in zone sicure.

Le Tiger Forces dell’esercito siriano in difficoltà a Ma’adan. Isis invia rinforzi da Deir ez-Zor

A sud di Raqqa, le Tiger Forces dell’esercito siriano (SAA) stanno combattendo una dura battaglia contro Isis a Ma’adan. Secondo alcune fonti locali da Deir ez-Zor sono stati inviati rinforzi ai jihadisti nell’area, anche se non ci sono conferme ufficiali. SI parla di oltre 500 miliziani Daesh, che combatteranno fino alla fine per rallentare l’avanzata del SAA a nord dell’ultima grande roccaforte nel paese. Lo Stato Islamico, però, è stato completamente eliminato da tutto il quadrante da Palmyra e Sukhnah, grazie a un’operazione del SAA e delle milizie tribale col supporto aereo russo. Le forze locali hanno infatti conquistato Kasret Faraj, la collina Al Kiram e le valli Al Walij e Najib. DI fatto eliminando le ultime sacche di resistenza Isil.

I miliziani Isis sono portati in salvo da Qalamoun ad AlBukamal. In cambio hanno dato a Hezbollah le coordinati in cui sono sepolti i soldati libanesi catturati nel 2014

Al confine con il Libano sembra sia andata a buon fine la tregua tra SAA-LAF ed Hezbollah con Isis nella zona di Qalamoun. In cambio del rilascio dei soldati prigionieri, il Daesh ha ottenuto che i suoi miliziani fossero scortati in salvo ad AlBukamal, a est di Deir ez-Zor. A garantire la loro incolumità è stata la Federazione della Mezzaluna Rossa siriana, che ha inviato 17 pullman e 10 veicoli a Qara. Questi hanno prelevato gli estremisti dai villaggi nell’area di Qalamoun occidentali e li hanno trasportati a destinazione. A fronte del salvacondotto, lo Stato Islamico ha inviato a Hezbollah le coordinate in cui sono sepolti i soldati libanesi catturati nel 2014.

Back To Top