skip to Main Content

Siria, Isis fallisce attacco contro SDF e a Deir ez-Zor arretra ancora

Siria, Isis Fallisce Attacco Contro SDF E A Deir Ez-Zor Arretra Ancora

Cizire Storm respinge il contrattacco a sorpresa Isis, ricacciando i jihadisti nella MERV

Isis fallisce un tentativo di contrattacco in massa a Deir ez-Zor, subendo perdite ingenti. I jihadisti Daesh avevano lanciato una massiccia offensiva a sorpresa contro le SDF presso il campo petroliferi Omar e il villaggio di Namliya. L’obiettivo era riprenderli per ricacciare indietro i combattenti siriani. L’azione, però, non ha funzionato. Tanto che le truppe dell’operazione Cizire Storm (Al Jazeera) hanno respinto le ondate, uccidendo almeno 18 miliziani e distruggendo diversi loro mezzi. Inoltre, hanno causato alcune decine di feriti nelle fila dello Stato Islamico. I terroristi, persa ogni speranza, si sono dati alla fuga verso nord est. E cioè la Middle Euphrates Valley (MERV) al confine con l’Iraq. Area in cui le forze a guida curda spingono gli estremisti, per chiuderli in un cul de sac. Intanto, proseguono le manovre per eliminare l’ultima sacca di resistenza dei terroristi lungo il fiume Khibur da As Suwar a Deir ez-Zor.

L’esercito siriano per la prima volta in 6 anni torna nei distretti di Hamidiyah e Al-Jubeileh a Deir ez-Zor

Anche l’esercito siriano (SAA) ha assestato un duro colpo a Isis a Deir ez-Zor. Le truppe di Damasco, dopo aver liberato Al-Ummal e Al-Arfi, hanno invaso Al-Hamidiyah. Qui sono riuscite a cacciare Daesh da parte del quartiere e avanzano rapidamente da 2 assi: il giardino centrale e il forno. È la prima volta in 6 anni che il governo torna nella zona. Parallelamente, il SAA ha attaccato lo Stato Islamico anche ad Al-Jubeileh, uccidendo numerosi miliziani. Secondo le stime dei vertici militari i due distretti dovrebbero essere liberati entro le prossime 48 ore. Invece, l’operazione a sud al confine con l’Iraq ha subito una temporanea battuta d’arresto. Le manovre che dalla base militare T2 si spostano a est in direzione di Abu Kamal si sono dovute interrompere a seguito di una forte tempesta di sabbia. Le truppe stanno usando questo stop obbligato per prendere fiato e riorganizzarsi.

Back To Top