skip to Main Content

Siria, Isis a Deir ez-Zor controlla solo 5 cittadine nella Valle dell’Eufrate

Siria, Isis A Deir Ez-Zor Controlla Solo 5 Cittadine Nella Valle Dell’Eufrate

Sono 5 gli ultimi presidi Isis nella Valle dell’Eufrate a Deir ez-Zor

Isis a Deir ez-Zor controlla solo 5 cittadine nella Valle dell’Eufrate. Queste sono Bahrah, Baghuz, Khara’ij (Granij), Sha’afah e Abu Hammam. Le SDF dell’operazione Cizire Storm stanno attaccando Daesh su quelle nel versante orientale dell’Eufrate. L’esercito siriano (SAA) e i suoi alleati, invece, in quelle a ovest. Per ora l’ago della bilancia rimane Hajin, asseditata dalle forze a guida curda, che però hanno ricevuto un aiuto dal SAA nelle ultime ore. I militari di Damasco, infatti, hanno effettuato un bombardamento con l’artiglieria e i caccia sulle postazioni dello Stato Islamico nella zona. Inoltre, i combattenti avanzano verso il centro da due assi e l’abitato dovrebbe cadere presto. Si parla addirittura di alcune ore. Ciò permetterà alle SDF di liberarsi e di spingersi ancora a sud verso Abu Kamal (Al Bukamal), in direzione del confine con l’Iraq.

I comandanti Isis in Siria hanno perso il controllo dei loro uomini. Ognuno agisce per sé puntando a sopravvivere

Intanto Isis ha perso il controllo dei suoi uomini nell’area di Deir ez-Zor. I vertici Daesh hanno smesso di inviare spie per cercare di bloccare le fughe dei civili dalle zone di conflitto. Inoltre, non impongono più loro i balzelli, necessari alla sussistenza dei miliziani. Sembra che l’unico obiettivo ora sia sopravvivere. A prescindere dagli ordini. In alcuni casi, infatti, ci sono state incursioni per uccidere i mukhtar (i capi) dei villaggi, considerati vicini alle SDF. In altri, invece, i jihadisti si sono limitati a passare velocemente, cercando di rimanere il più possibile nell’ombra. Ormai si abbandonano tutti i campi di battaglia, presenti e futuri. Si continuano a registrare fughe di massa nello Stato Islamico dalla Middle Euphrates Valley (MERV) e dalla zona desertica a sud ovest della provincia siriana verso Iraq, Giordania e Turchia. Ciò anche se non sono ancora cominciate le offensive SDF e SAA.

Back To Top