skip to Main Content

Siria, Isis a Raqqa perde al-Bitani e i contrattacchi falliscono

Siria, Isis A Raqqa Perde Al-Bitani E I Contrattacchi Falliscono

Si stringe su 3 lati il cerchio attorno Isis a Raqqa

Si stringe il cerchio contro Isis a Raqqa. Le SDF hanno cacciato Daesh da al-Bitani nella zona est. Inoltre, spingono verso la zona meridionale del cimitero, a Rameelah, a Tishrin e ad al-Mukhtalta. A ovest, invece. stanno avanzando a Qadissiya. L’area è stata quasi totalmente liberata. Una volta battuti i miliziani, le forze siriane si muoveranno a sud verso Yarmoyk. I combattenti impegnati ad Hattin, Romanieh e al-Bared, invece, andranno a nord in direzione di Andalus, per dare man forte alle truppe che combattono presso la base della 17esima divisione. Peraltro, nelle scorse ore le SDF hanno anche respinto due massicci attacchi dello Stato Islamico ad al-Baytara e al-Bared.

A sud le forze del Manbij Military Council combattono contro Isis a Kasrat Jumaa

Continua anche l’avanzata a sud di Raqqa delle forze del Manbij Military Council. Queste hanno ingaggiato una dura battaglia contro Isis a Kasrat Jumaa. È l’ultimo villaggio prima di Kasrat Faraj, lungo la Halap ar-Raqqah Road. Una volta eliminato Daesh dalla zona, le truppe siriane alleate alle SDF saranno alle porte della roccaforte. Questa, inoltre, sarà stata completamente chiusa su tutti e 4 lati. I combattenti sono arrivati nella provincia da sud, cacciando in breve tempo lo Stato Islamico da Hajjiyat, al-Sahel e al-Kasra. Il loro obiettivo è assumere il controllo di tutti i centri abitati sull’infrastruttura per evitare tentativi di attacco o fuga dei miliziani verso est, in direzione Deir ez-Zor.

A sud di Tabqa SDF ed esercito siriano entrano in contatto. Damasco accusa la Coalizione di aver abbattuto un suo caccia

A sud di Tabqa, invece, è avvenuto quello che tutti speravano di evitare. Le SDF e le Tiger Forces dell’esercito siriano (SAA) sono entrate in contatto. A seguito di ciò– secondo diversi media – ci sono stati scontri pesanti nell’area di Rasafa. Tanto che Damasco ha denunciato la Coalizione internazionale di aver abbattuto un suo caccia in zona, uccidendo il pilota. L’informazione non è stata confermata da altre fonti ufficiali, ma secondo indiscrezioni sembra che l’apparecchio – un Su-22 – non avesse preso di mira Isis. Bensì le SDF. Di conseguenza, è intervenuta la componente aerea a protezione delle forze sul terreno. Le SAA sono entrate nella provincia di Raqqa da Aleppo per eliminare i miliziani Daesh. Successivamente, si sono spinte al suo interno a ovest verso la roccaforte dello Stato Islamico, conquistando una serie di villaggi. L’ultimo dei quali è stato Jaadeen.

Back To Top