skip to Main Content

Siria, il SAA a Deir ez-Zor caccia Isis da Quraybi e avanza verso sud

Siria, Il SAA A Deir Ez-Zor Caccia Isis Da Quraybi E Avanza Verso Sud

Isis perde Quraybi a sud di Al-Asharah e contrattacca invano l’esercito siriano

Per Isis a Deir ez-Zor va male non solo sul fronte della battaglia contro le SDF. Ma anche in quella che vede Daesh contrapposto all’esercito siriano (SAA). Le Tiger Forces di Damasco, dopo aver conquistato Qurayya, hanno cacciato lo Stato Islamico da Quraybi, a sud di Al-Asharah sulla sponda occidentale dell’Eufrate. Lo hanno fatto attaccando dopo un’ondata di raid aerei sulla zona, lanciati dai caccia locali e russi. La liberazione della città è strategica, in quanto potrà essere usata per lanciare ulteriori operazioni nella zona, considerata altamente cinetica. I jihadisti, infatti, hanno offerto nei giorni scorsi una dura resistenza. Inoltre, hanno tentato un contrattacco in massa con ondate di terroristi e auto-bomba (SVBIED), infliggendo perdite al nemico. Sia Al-Asharah sia Qurayya, comunque, sono rimaste nelle mani del SAA e le aggressioni sono state respinte.

Cizire Storm si divide in 2: un asse andrà verso Abu Kamal e risalirà l’Eufrate. L’altro spingerà Daesh più a fondo nella MERV

Intanto, le SDF di Cizire Storm (Al Jazeera) dopo essere giunte al confine con l’Iraq vicino Abu Kamal (Al Bukamal), si sono divise in due assi. Uno bonificherà dalle ultime sacche di resistenza Isis l’area a est della città. Poi, risalirà lungo l’Eufrate in direzione di Deir ez-Zor. Il primo obiettivo sarà Ash Shafah, dove i caccia siriani e russi hanno bombardato in queste ore numerose postazioni di difesa del Daesh. Successivamente, si passerà ad Hajin, Khara’ij e Abu Hamam. L’altro, invece, si dirigerà a oriente verso la Middle Euphrates Valley (MERV). L’obiettivo è spingere lo Stato Islamico ancora più in profondità nella zona, per alleggerire la prima linea quando partirà la battaglia finale. Sarà qui, infatti, che Isil combatterà per la sua sopravvivenza in Iraq e Siria. Tanto che nel paese vicino sono già in corso manovre ad Al-Jazeera, la regione desertica tra Anbar, Salahuddin e Nineveh.

Back To Top