skip to Main Content

Siria, i curdi potrebbero cedere Ain Issa a Damasco

I curdi potrebbero cedere a sorpresa Ain Issa a Damasco. L’operazione, gestita dalla Russia, fermerebbe l’espansione della Turchia verso il Kurdistan. La città, infatti sarebbe protetta dal SAA e da Mosca, che manterrebbe il controllo della M4

La Russia potrebbe presto fermare con un’unica operazione l’espansione militare della Turchia in Siria. Ciò, facendo in modo che i curdi cedano Ain Issa a Damasco. In questo modo, Ankara non potrebbe più attaccare la città o inviare forze nell’area, in virtù dell’accordo con Mosca. L’opzione, infatti, è al vaglio degli attori locali e prende sempre più piede. Ai curdi, ovviamente, non piace ma sanno che le SDF non sarebbero in grado di difendere il centro urbano da una eventuale offensiva di terra delle TAF. In questo modo, però, salverebbero tutto il quadrante dalla “turchizzazione” senza spargimenti di sangue. Inoltre, Ain Isaa verrebbe protetta sia dal SAA sia dai soldati russi e quindi sarebbe al sicuro. Mosca, invece, manterrebbe la libertà di movimento e il controllo del tratto orientale della M4 fino all’Iraq.

Back To Top