skip to Main Content

Siria, fervono i preparativi per l’offensiva anti-Isis a Raqqa

Siria, Fervono I Preparativi Per L’offensiva Anti-Isis A Raqqa

Arriva in zona un maxi convoglio di mezzi, armi e munizioni per le SDF

In Siria fervono i preparativi per l’avvio dell’offensiva contro Isis a Raqqa. Nelle scorse ore è arrivato in zona un grande convoglio di mezzi e armi, destinato alle SDF. E’ il secondo da gennaio del 2017. Sulla colonna ci sono numerosi veicoli corazzati e anti-IED e moltissime casse di armi e munizioni di vario tipo. A questi si stanno aggiungendo i rinforzi provenienti dall’Eufrate, giunti poco fa a Tabqa. Sono soprattutto combattenti e mezzi fuoristrada leggeri, agili per spostarsi nella zona ma anche per condurre attacchi contro i miliziani. Le nuove unità si uniranno alle forze paramilitari e ai Marines che stanno pianificando gli ultimi dettagli delle manovre. Questi ultimi, infatti, si sono schierati nei pressi della diga di Tabqa e aspettano che la città sia stata completamente liberata per posizionarsi all’interno dell’aeroporto militare. Creando così il launching point e il centro di comando per l’offensiva a Raqqa.

Pioggia di leaflets su Raqqa. Ai civili: fuggite dalla città. A Isis: arrendetevi

Intanto, in previsione della partenza delle manovre, la Coalizione ha sganciato sulla roccaforte Daesh migliaia di volantini. Questi sono di 2 tipi: il primo è destinato ai civili e si chiede loro di fuggire quanto prima dalla città per evitare di essere coinvolti nei combattimenti. Il secondo, invece, è dedicato ai jihadisti dello Stato Islamico. Si esortano ad arrendersi. Pena la sconfitta e la morte. Per quanto riguarda l’avvio dell’offensiva, non c’è ancora una giorno esatto. Tutti, però, sono convinti che partirà entro pochissimo tempo. Un’ulteriore conferma a questa testi viene dal lancio dei leaflets, appena effettuato dalla Coalizione, e dall’arrivo in zona dei rinforzi alle SDF. Peraltro, già domenica potrebbe essere la data buona, in quanto sabato è prevista pioggia in zona. Il giorno successivo, invece, le condizioni miglioreranno.

Continuano le fughe di massa dei miliziani Isis da Raqqa a Deir ez-Zor

Nel frattempo, da Raqqa continuano le fughe di massa di jihadisti Isis. Lo hanno confermato diverse fonti locali. Questi hanno fatto sapere che numerosi miliziani Daesh hanno lasciato la roccaforte. Sono fuggiti per raggiungere Deir ez-Zor, una zona ancora relativamente più sicura per lo Stato Islamico. Sanno, infatti, che una volta completata la bolla di sicurezza intorno a Tabqa comincerà l’offensiva nemica. La sua costituzione procede peraltro a ritmo spedito. In mattinata le SDF hanno attaccato il villaggio di  Safsafa e al momento la città è assediata su tre lati.

 

 

Back To Top