skip to Main Content

Siria, al via l’operazione per separare i gruppi Isis a Deir ez-Zor

Siria, Al Via L’operazione Per Separare I Gruppi Isis A Deir Ez-Zor

Al via a Deir ez-Zor le manovre per dividere Isis in 2 sacche di resistenza isolate

È cominciata l’operazione finale per dividere Isis in gruppi isolati a Deir ez-Zor. L’esercito siriano (SAA) ha lanciato un attacco contro Daesh su due assi. Il primo, quello settentrionale, parte da Al Kishmah. Il secondo, quello meridionale, dall’aeroporto di Saliniyah. L’obiettivo è cacciare lo Stato Islamico da Ad Duwayr e da tutte le zone circostanti. Ciò permetterà ai soldati di creare due uniche sacche di resistenza. Una a ovest, fino alla base T3 e l’altra a est verso il confine con l’Iraq e la Middle Euphrates Valley (MERV). Parallelamente, la brigata 28 delle milizie paramilitari ha respinto, anticipando, un aggressione suicida dei jihadisti, eliminando numerosi elementi e veicoli Isil. Eliminate anche alcune unità dei terroristi nell’area di Abu Kamal (Al Bukamal) e sequestrato un deposito di componenti chimici, tra cui agenti tossici, nella provincia.

A Raqqa la gestione della sicurezza in 3 quartieri passa alle RISF. Cizire Storm, intanto, assedia Isis a Qurayya e Mazar ash Shaykh Ali

Intanto, da Raqqa giunge notizia che le Forze di sicurezza interne (RISF) hanno assunto dal 20 novembre la gestione della sicurezza in 3 quartieri dell’ex capitale Isis. Sono Mishlib, AlJazrah e al Tayar. Il suo arrivo per garantire la protezione dei distretti permetterà alle SDF di proseguire l’operazione di bonifica e perquisizione delle altre parti della città. Ogni giorno, infatti, i combattenti siriani scoprono nuovi depositi del Daesh e scovano qualche miliziano che cercava di nascondersi. La Coalizione Internazionale ha finanziato ed equipaggiato la RISF. Inoltre, si sta occupando della formazione delle nuove reclute, che difenderanno il quadrante dalle minacce dello Stato Islamico e di altro tipo. A sud, invece, le forze dell’operazione Cizire Storm (Al Jazeera) combattono a Qurayya e a Mazar ash Shaykh Ali. A est continua infine l’arrivo di rinforzi in previsione dell’inizio dell’offensiva contro Isil nella MERV.

Back To Top