skip to Main Content

RDC/DRC, le forze internazionali blindano il North Kivu contro M23

Le forze internazionali blindano il North Kivu contro M23. Implementata la vigilanza nell’area di Goma da parte delle truppe sudafricane e kenyote. Obiettivo: mantenere la liberà di movimento sulla R2 fino al Rwanda

Nella Repubblica Democratica del Congo (RDC/DRC) si rafforza la presenza militare internazionale per contrastare l’offensiva del gruppo M23 nel North Kivu. Truppe sudafricane e kenyote hanno intensificato i pattugliamenti nell’area di Goma, dopo gli attacchi dei giorni scorsi che si sono avvicinati pericolosamente alla città. Le prime fanno parte della missione Onu MONUSCO, mentre i secondi della EAC Regional Force (EACRF). Insieme a loro ci sono i soldati locali (FARDC), di stanza a Kibumba, che hanno appena ricevuto rinforzi da Kinshasa. Obiettivo delle attività è mantenere la libertà di movimento sulla R2, la strada che costeggia il fianco orientale del paese africano da Bukavu al Lago Kivu e lambisce il confine con il Rwanda, considerata strategica sia per le forze regolari sia per i ribelli Tutsi. Questi ultimi, infatti, più volte ne hanno cercato di assumere il controllo, suscitando le proteste della popolazione per le limitazioni alla circolazione e l’insicurezza.

Back To Top