skip to Main Content

NATO, l’Italia invia 4 Typhoon in Islanda per l’operazione di Air Policing

NATO, L’Italia Invia 4 Typhoon In Islanda Per L’operazione Di Air Policing

L’ambasciatore Bisogniero: Da oggi comincia il deployment di 130 elementi dell’Aeronautica Militare e di 4 Typhoon in Islanda per la missione di Air Policing NATO

L’Italia da oggi ha cominciato a schierare in Islanda 130 militari e 4 Eurofighter EF 2000 Typhoon (EFA) nell’ambito dell’operazione NATO di Air Policing. Lo ha confermato il rappresentante permanente del nostro paese presso l’Alleanza Atlantica, Claudio Bisogniero, in un Tweet. Tutto il personale appartiene all’Aeronautica Militare e i caccia potrebbero provenire dal 37esimo Stormo di Trapani-Birgi, dal Quarto di Grosseto e dal 36esimo di Gioia del Colle. L’Air Policing è una capacità di cui si è dotata la NATO a partire dalla metà degli anni cinquanta e consiste nell’integrazione, in un unico sistema di difesa aerea e missilistico, dei rispettivi e analoghi sistemi nazionali messi a disposizione dei paesi membri. L’attività prevede la continua sorveglianza e identificazione di tutte le violazioni all’integrità dello spazio aereo dell’Alleanza.

L’Italia ha sempre partecipato alle missioni di Air Policing dell’Alleanza Atlantica. Ed è la prima, insieme alla Grecia, a vigilare sui cieli del Montenegro

L’Aeronautica Militare, peraltro, svolge il servizio di Air Policing anche in Albania e Slovenia, a cui si è aggiunto da giugno anche il Montenegro. L’Italia, infatti, è il primo paese insieme alla Grecia ad assolvere a questo compito. La nostra nazione, inoltre, ha partecipato a tutte le operazioni di Air Policing, anche interim ed enhanced, dell’Alleanza Atlantica. Dalla Bulgaria alla Lettonia, passando per Lituania ed Estonia con l’operazione Baltic Eagle.

Il Tweet dell’ambasciatore Bisogniero

Photo Credits: Aeronautica Militare Italiana

Back To Top