skip to Main Content

Myanmar, continua la guerra civile tra la Giunta e le milizie popolari

Continua la guerra civile tra la Giunta e le milizie popolari in Myanmar. Scontri a Chin tra soldati e CDF-PDF. La popolazione in fuga cerca rifugio a Manipur e Mizoram

In Myanmar continua la guerra silenziosa tra i soldati (Tatmadaw) della Giunta Militare e i gruppi di resistenza popolare, che si sono trasformati in vere e proprie milizie. Negli ultimi giorni si sono intensificati gli scontri a Kanpetlet, Matupi, Mindat, Tedim e Thantlang. Da una parte ci sono le truppe governative e dall’altra le Chinland Defense Force (CDF) e la People’s Defense Force (PDF). I primi hanno effettuato diversi raid nelle aree coinvolte, saccheggiando centinaia di case e dandole alle fiamme. Le CDF e le PDF hanno contrattaccato, usando anche droni commerciali modificati per alloggiare bombe. Di fatto, quella che è nata come una protesta per il colpo di stato dei militari a febbraio 2021, si è velocemente trasformata in una vera e propria guerra civile. In mezzo ci sono gli abitanti locali, fuggiti da Chin per cercare di trovare rifugio nelle regioni vicine come Manipur e Mizoram.

Quali sono le milizie popolari più attive e perché Chin è diventato l’epicentro degli scontri

Dopo la prima ondata di repressione violenta delle proteste in Myanmar da parte della Giunta, ad aprile 2021 la popolazione ha cominciato a formare gruppi di resistenza e a reagire con le armi. Le formazioni sono composte prevalentemente da giovani, sotto la guida di militari dissidenti e di professori. A loro si sono uniti diversi leader locali, estromessi dal potere dai generali, che hanno creato piccoli eserciti privati. Ad oggi, infatti, in ogni Stato/regione ci sono milizie popolari, che prendono di mira personale e installazioni militari. Oltre alle PDF e alle CDF, che comprende almeno alcune centinaia di membri, c’è il Chin National Front (CNF). Questo si è alleato con il National Unity Government (NUG), alleanza di leader eletti estromessi e vari gruppi armati contrari alla Giunta. Inoltre, addestra le reclute delle PDF a contrastare il regime. A seguito di ciò, l’area di Chin è diventata l’epicentro del conflitto.

Back To Top