skip to Main Content

Mozambico, la sicurezza a Cabo Delgado si degrada velocemente

La sicurezza a Cabo Delgado si degrada velocemente. ISCAP aumenta gli attacchi a Nord, ingannando i militari di Rwanda e SAMIM

La situazione della sicurezza nel nord del Mozambico ha velocemente ripreso a deteriorarsi, nonostante gli sforzi della missione SAMIM della SADC e del Rwanda di contrastare i jihadisti di ISCAP. Negli ultimi giorni c’è stata un’escalation di attacchi a Cabo Delgado, che hanno numerosi morti e feriti. Peraltro, i miliziani hanno ingannato i nemici, facendo credere loro che ci fossero tentativi di espansione a sud della provincia (mediante azioni a Macomia, Chiuri e Nacufi). Invece, hanno improvvisamente puntato verso nord al confine con la Tanzania, colpendo duramente a Muidumbe, Nangade e Meluco. Obiettivo: spiazzare le forze regolari, facendole confluire in un’area e poi attaccare altrove per rallentare la loro risposta. In questo modo i fondamentalisti ottengono un doppio risultato: da una parte acquisiscono tempo prezioso per razziare le risorse presenti nell’area coinvolta e dall’altra appaiono soprattutto agli occhi della popolazione locale come invincibili.

Kigali invia nel paese africano un veterano delle operazioni anti-terrorismo: il generale Eugene Nkubito, che ha già contrastato le FDLR

Le tattiche di guerriglia dei jihadisti pro-ISIS a Cabo Delgado hanno obbligato il Rwanda ad adattare rapidamente la sua strategia in Mozambico. A questo proposito Kigali ha inviato nei giorni scorsi nel paese africano il generale Eugene Nkubito come capo della task force nazionale. Ciò in quanto l’alto ufficiale è un veterano delle operazioni anti-terrorismo sia in patria sia nel continente. Nel primo caso ha guidato la Seconda Divisione, responsabile delle attività di contrasto agli attacchi dei miliziani delle Forces démocratiques de libération du Rwanda (FDLR) dalla Repubblica Democratica del Congo (RDC/DRC). Nel secondo, è stato Senior Representative di UNMISS, la missione ONU nel Sud Sudan. Le attese sono, infatti, che Nkubito riorganizzi l’operatività delle forze rwandesi, tenendo conto delle nuove tattiche di ISCAP e di possibili ulteriori evoluzioni, in quanto secondo fonti locali sembra che avrebbero forti similitudini con quelle adottate dalle FDLR.

Back To Top