Libia, tutti i temi principali dell’agenda Sarraj alla Conferenza di Palermo

Libia Africa Mena Italia Palermo Elezioni Sicurezza Costituzione Murzuqbasin Haftar Sarraj Hor Hsc Tripoli Pc Elezioni Sicurezza AliAlEssawi Italia Palermo

I temi principali dell’agenda di Fayez Sarraj alla Conferenza Internazionale sulla Libia a Palermo: elezioni, Costituzione e l’unità delle istituzioni. Il premier del GNA deve resistere fino al voto per sperare di non scomparire

I temi principali dell’agenda di Fayez Sarraj alla Conferenza Internazionale sulla Libia a Palermo saranno le elezioni, la Costituzione e l’unità delle istituzioni del paese nord africano. Lo ha annunciato il portavoce del premier del GNA, Mohammed El Sallak, in una conferenza stampa. A proposito ha sottolineato che Tripoli, in occasione dell’evento in Italia (12-13 novembre), ribadirà la necessità di andare al più presto al voto. Ma anche di approvare una base costituzionale, affinché ciò sia possibile. Inoltre, Sarraj esorterà la comunità internazionale ad aiutare la nazione a unire le sue istituzioni. Infine, il presidente del PC non dimenticherà di ricordare l’obbligo di trovare accordi per la sicurezza e di sviluppare riforme economiche. Tutti temi cari ai partner internazionali, che Sarraj ha fatto suoi per sperare di resistere alla guida del governo fino alle elezioni. Rimandando la riforma del Consiglio Presidenziale, appena decisa congiuntamente da HSC e HoR di Torbuk.

Tripoli, dopo l’avvio dell’operazione Murzuq Basin di Haftar, comincia a muoversi per affrontare l’affaire Sud. Nasce una delegazione governativa, che lavorerà per risolvere tutti i problemi: dalla sicurezza ai servizi

Sarraj, peraltro, comincia anche a occuparsi del Sud della Libia. Un’area dove vige la totale insicurezza e proliferano gruppi armati di criminali e terroristi. Tanto che il suo competitor, il generale Khalifa Haftar, nei giorni scorsi ha lanciato nell’area l’operazione militare Murzuq Basin. il GNA, invece, finora era rimasta immobile, con il rischio di perdere altro peso all’interno del paese nord africano. A proposito, El Sallak ha reso noto che il premier ha nominato una delegazione governativa, la quale visiterà la regione al più presto per cominciare a risolvere tutti i problemi. Dalla sicurezza ai servizi. Il gruppo sarà formato dal vice capo del PC, Abdelsalam Kajaman; dal membro del Consiglio, Ahmed Hamza, e da alcuni ministri: Governance Locale, Affari Sociali e Lavoro. La delegazione sarà affiancata da alti funzionari di diverse istituzioni e provenienti da vari settori.