skip to Main Content

Libia, Tripoli chiuderà tre centri dei migranti: Tajoura, Al-Khums e Misurata

Libia, Tripoli Chiuderà Tre Centri Dei Migranti: Tajoura, Al-Khums E Misurata

Tripoli ha deciso di chiudere tre centri dei migranti nell’Ovest: Tajoura, Al-Khums e Misurata. Lo stop, però, come stabilito da Sarraj sarà graduale per non regalare vantaggi ad Haftar

In Libia prosegue la campagna di chiusura progressiva dei centri migranti e della loro ricollocazione presso strutture ONU anche all’estero. Il ministero degli Interni di Tripoli ha fatto sapere che presto saranno serrati i campi di Tajoura (in cui morirono oltre 50 prigionieri e altri 130 rimasero feriti a seguito di un attacco degli alleati di Khalifa Haftar), Al-Khums e Misurata. Anche qui la causa sono i ripetuti raid dell’LNA su obiettivi locali, che potrebbero per errore colpire i centri. Il premier Fayerz Sarraj, rispondendo a un appello delle Nazioni Unite per la chiusura immediata di tutte le strutture, aveva ribadito che era allo studio una soluzione. Ma né immediata né tutta in una volta. I migranti, infatti, se liberati senza un’alternativa rappresenterebbero un pericolo per il GNA e potrebbero portare un vantaggio indebito al Generale, che potrebbe arruolarli nelle sue fila, dando nuovo impeto all’offensiva a Ovest.

Il Generale, intanto, perde un drone, strategico per continuare a sperare in una “Zero Hour” di successo 

Intanto, continua la guerra aerea tra Sarraj e Haftar. Il capo del GNA, però, ha appena assestato un duro colpo al Generale; la difesa aerea di Misurata, alleata di Tripoli, ha abbattuto un drone  armato Wing Loong-II dell’LNA. I caccia dell’uomo forte della Cirenaica, invece, è da tempo che prendono di mira l’aeroporto di Mitiga per cercare di distruggere il centro di comando degli UAV del GNA, ma finora non hanno mai avuto successo. Inoltre, i tentativi di colpire lo scalo di Misurata per bloccare i decolli dei piloti nemici addestrati in Russia, non sono mai andati a buon fine. Questi e i droni rappresentano la minaccia principale ai convogli di rifornimenti e di rinforzi alla prima linea del Generale a sud di Tripoli. Ma, finché non saranno eliminati, qualsiasi “Zero Hour” fallirà. In questo contesto, l’UAV abbattuto era strategico. Quanto potrà resistere ancora Haftar con sempre meno assetti?

Back To Top