skip to Main Content

Libia, Sarraj stringe il cerchio su Haftar all’Aeroporto di Tripoli e a Qasr Ben Ghashir

Libia, Sarraj Stringe Il Cerchio Su Haftar All’Aeroporto Di Tripoli E A Qasr Ben Ghashir

Le forze di Sarraj stringono il cerchio all’Aeroporto di Tripoli e a Qasr Ben Ghashir. I soldati del GNA stanno circondando l’LNA su 3 lati e si preparano a lanciare l’invasione di terra

Le forze di Fayez Sarraj stringono il cerchio sulle truppe di Khalifa Haftar all’Aeroporto Internazionale di Tripoli e a Qasr Ben Ghashir. I soldati del GNA nelle scorse ore hanno cacciato l’LNA da Ramla, dal quartiere residenziale vicino alla base di Khalla Bin Aoun e dal “Triangolo dell’Elettricità” a Wadi Rabia. Obiettivo: assumere il controllo delle due strade principali che portano verso la capitale della Libia e a est. Ciò in modo da poter circondare l’area su tre lati e contare su un flusso diretto e costante di rinforzi e rifornimenti quando comincerà l’invasione di terra nelle due località. Inoltre, l’unica via di fuga per il nemico rimarrà quella a sud. Parallelamente, continuano gli strike aerei per mantenere alle stelle il pressing sugli uomini di Bengasi e per indebolire le loro linee di difesa, in vista dell’offensiva.

Per ora non c’è traccia della campagna aerea di Haftar, che cerca solo di rallentare il nemico. Prende piede l’ipotesi che i caccia russi servano più che altro a scopo difensivo e di deterrenza, nel caso i soldati di Tripoli provino ad avanzare verso sud o la Mezzaluna Petrolifera

La risposta di Haftar è stata bombardare i depositi di armi e munizioni delle forze di Sarraj a Tajoura. Cò nella speranza di rallentare i soldati del GNA e prendere tempo per riorganizzare le difese, sia all’Aeroporto Internazionale di Tripoli sia a Qasr Ben Ghashir. Non a caso, le truppe dell’LNA, quando sono fuggite da Ain Zara, hanno minato l’intera area. Nonostante i proclami, invece, al momento non c’è ancora traccia della maxi offensiva aerea del Generale. Prende piede, quindi, l’ipotesi che i caccia russi arrivati nei giorni scorsi a Jufra possano avere più che altro uno scopo difensivo e di deterrenza. Nel caso i soldati occidentali provino ad avanzare verso sud o la Mezzaluna Petrolifera. Adesso, infatti, sarebbe il momento di lanciare la campagna aerea, in quanto il nemico è pericolosamente vicino ad obiettivi strategici, ma sta combattendo in campo aperto.

Back To Top