skip to Main Content

Libia, Sarraj prepara la parte “militare” della Conferenza Nazionale

Libia, Sarraj Prepara La Parte “militare” Della Conferenza Nazionale

Sarraj prepara la parte “militare” della Conferenza Nazionale, dalla riunificazione dell’esercito alla sicurezza del Multaqa Watani, passando per quella di Tripoli

Il capo del Consiglio Presidenziale (PC) libico, Fayez Sarraj, prepara la parte “militare” e della sicurezza della Conferenza Nazionale. Il premier ha appena incontrato il nuovo comandante in capo dell’esercito, il generale Mohammed Al-Sharif, per fare il punto su una serie di temi-chiave legati al Multaqa Watani di Gadames. In primis c’è quello della riunificazione dell’esercito. A proposito, Sarraj ha discusso su quali iniziative presentare all’evento e su cosa chiedere agli altri attori del paese africano, affinché la riunificazione della forza armata con l’LNA di Khalifa Haftar avvenga rapidamente e nel migliore dei modi. Inoltre, ha rivisto il piano di Sicurezza della Grande Tripoli, alla luce degli ultimi episodi che hanno scosso la capitale qualche giorno fa. Infine, ha chiesto aggiornamenti sui preparativi della Conferenza e sulle iniziative poste in essere per garantire l’incolumità dei partecipanti, nonché il suo svolgimento pacifico.  

Il supporto della comunità internazionale al GNA è strategico per migliorare la sicurezza in Libia, in vista dei prossimi appuntamenti. Dal referendum alle elezioni

Un ruolo importante nella sicurezza del Multaqa Watani sarà giocato dalla comunità internazionale. I partner libici stranieri, pur non partecipando all’evento, si sono impegnati a fornire assistenza all’esercito e alle forze di polizia. Sia in occasione dell’evento sia per il prossimo futuro.  Gli Usa, per esempio, hanno appena promesso supporto “non letale” agli assetti del GNA per 500.000 dollari, che si va ad aggiungere a quello del valore di 30 milioni già in essere. Anche altri paesi, comunque, si sono mossi in questo senso. L’obiettivo è migliorare la protezione delle infrastrutture-chiave come porti e aeroporti, nonché la sicurezza dei confini e il coordinamento tra attori. Sia in vista della Conferenza Nazionale sia dei prossimi appuntamenti, come il referendum e le elezioni. 

Back To Top