skip to Main Content

Libia, Sarraj prende anche Qasr ben Ghashir e punta Tarhuna

Libia, Sarraj Prende Anche Qasr Ben Ghashir E Punta Tarhuna

Le forze di Sarraj hanno conquistato anche Qasr ben Ghashir e puntano Tarhuna. Le truppe sono alle porte dell’ultima roccaforte dell’LNA a ovest, mentre i caccia bombardano il centro della città. Come si comporteranno le milizie locali alleate di Haftar?

Le forze di Fayez Sarraj hanno riconquistato Qasr Bin Ghashir, Wadi Rabia e puntano ora a Tarhuna. Ciò a seguito del fatto che l’LNA si sta ritirando velocemente da tutta la prima linea a sud di Tripoli. Le truppe di Khalifa Haftar, infatti hanno esaurito le risorse, mentre quelle del nemico sono in aumento, grazie al sostegno della Turchia. Al momento i soldati occidentali sono alle porte dell’ultima roccaforte del Generale e hanno preso la pista di atterraggio, approntata in tutta fretta recentemente dall’uomo forte della Cirenaica, nella speranza di far arrivare rinforzi e rifornimenti ai suoi uomini. Inoltre, i caccia bombardano il centro della città libica. Nelle prossime ore è prevista l’invasione di terra che, secondo le stime locali, non dovrebbe durare a lungo. L’unica incognita è sul comportamento delle milizie, finora alleate del Generale. Queste, negli ultimi giorni hanno manifestato insofferenza. Non si esclude quindi che possano arrendersi.

Che farà il GNA una volta ripresa Tarhuna? Si limiterà a riconquistare Sirte e Bani Walid o punterà a Est verso la Mezzaluna Petrolifera? La Russia è “in finestra” pronta a intervenire in questo caso

Intanto, Sarraj è volato in Turchia per incontrare il presidente Recep Tayyip Erdogan. Focus: i progressi della controffensiva contro Haftar e i prossimi passi nella cooperazione bilaterale. Ciò a seguito del fatto che ormai la campagna dell’LNA su Tripoli può considerarsi fallita. Le truppe di Bengasi, dopo mesi di attacchi, mantengono il controllo solo su Sirte. Anche qui, forse, temporaneamente. Le forze di Misurata, infatti, stanno organizzando una maxi operazione da Abu Grein per riprenderla. Nei prossimi giorni si capirà cosa vuole fare il GNA. Fermarsi dopo aver riconquistato la città e Bani Walid o proseguire verso Est, in direzione della Mezzaluna Petrolifera? La Russia, però, sta monitorando attentamente la situazione ed è pronta a intervenire con i contractors della Wagner e i caccia da Jufra, in questo caso. Fino ad allora, invece, rimarrà “in finestra”.

Back To Top