skip to Main Content

Libia, Sarraj nomina 2 comandanti per porre fine alla crisi a Tripoli

Libia, Sarraj Nomina 2 Comandanti Per Porre Fine Alla Crisi A Tripoli

Il GNA nomina 2 comandanti per gestire la smobilitazione totale delle milizie da Tripoli. Entro altrettanti mesi la situazione dovrà essere risolta completamente

In Libia il GNA interviene nominando dei comandanti ad hoc per far cessare le ostilità a Tripoli tra le milizie e le forze militari. A proposito, Fayez Al-Sarray ha messo a capo della zona centrale il generale Mohammad Al-Haddad e di quella occidentale il generale Osama Al-Juwaili. Il loro obiettivo sarà monitorare il fragile cessate il fuoco nella capitale del paese nord africano a far sì che le parti rispettino gli impegni presi. In particolare che le Brigate ritirino mezzi, materiali e uomini dalle aree previste senza che ci siano incidenti. Ai due comandanti è stata data una timeline: tutto dovrà tornare alla normalità entro 2 mesi e nel frattempo, se ci saranno nuove recrudescenze (soprattutto a sud), queste dovranno essere immediatamente fermate. Prima con trattative. Poi, nel caso, sarà autorizzato anche l’uso della forza.

Ma per Sarraj arriva un’altra tegola. Il Consiglio degli Elders di Tripoli critica duramente la sua gestione della crisi, e della Libia in generale

Dopo una nuova rottura della tregua nei giorni scorsi da parte delle milizie, sono scoppiati nuovi scontri a sud di Tripoli. Questi sono cessati solo dopo un ulteriore cessate il fuoco, che ha visto la capitale della Libia divisa in zone d’influenza. Per garantire il normale ritorno alla normalità, le parti hanno anche stabilito di comune accordo la costituzione di forze neutrali. Ma nel frattempo, oltre al rischio di una ulteriore escalation, Sarraj si trovato a gestire una nuova crisi. Interna. nata dall’ostilità del Consiglio degli Elders di Tripoli, che hanno criticato la gestione da parte del GNA degli eventi. “Il fallimento del PC nell’applicare buone strategie e piani di sicurezza nella città – si legge in una nota del Consiglio -, ha causato gli scontri e le violenze. Nonostante il supporto che il PC sta ricevendo,  le condizioni economiche si stanno deteriorando e lo scenario politico è instabile”.

Back To Top