skip to Main Content

Libia, Sarraj comincia l’invasione di terra a Tarhuna

Le forze di Sarraj cominciano l’invasione di terra a Tarhuna per cacciare l’LNA e le milizie dalla roccaforte. Haftar risponde bombardando Mitiga e Abu Grein per cercare di rallentare il nemico

Le forze del GNA hanno cominciato l’invasione di terra a Tarhuna. I soldati di Fayez Sarraj, dopo aver eliminato le postazioni dell’LNA ai margini della città, sono arrivati nei quartieri periferici. Qui sono in corso violenti scontri contro le truppe di Fayez Sarraj e le milizie dei fratelli Khani, i quali hanno deciso di non accettare l’ultimatum e deporre le armi come richiesto. Nella battaglia sono schierati anche droni e numerosi carri armati. La risposta del Generale, non più in grado di inviare rinforzi o rifornimenti alla roccaforte, è stata bombardare a tappeto le zone strategie attorno a Tripoli: l’aeroporto di Mitiga, Zuwayrah e Abu Grein. L’obiettivo è impedire al nemico di avanzare verso est e creare problemi a una delle sue armi migliori: i velivoli senza pilota, che forniscono supporto aereo ravvicinato (CAS) ai militari che combattono a Tarhuna.

Il GNA vuole prendere Tarhuna entro l’inizio del Ramadan. Poi sarà la volta di Qasr Ben Ghashir e dell’aeroporto internazionale. A quel punto Tripoli sarà definitivamente in sicurezza e la campagna di Haftar verrà dichiarata fallita

Sarraj ha un obiettivo ambizioso: cacciare gli uomini di Haftar da Tarhuna entro i primi giorni del Ramadan (quest’anno si dovrebbe tenere dal 23 aprile al 23 maggio). Poi, a seguito della festività religiosa i combattimenti dovrebbero diminuire per riprendere alla fine del mese prossimo. La chiave di volta di tutta la controffensiva è proprio la roccaforte dei fratelli Khani. Che il GNA la riprenderà è cosa certa, rimane da capire quali saranno i tempi. A quel punto, i soldati di Tripoli si muoveranno su Qasr Ben Ghashir, il quartier generale avanzato di Bengasi, e l’aeroporto internazionale. Ciò per mettere Tripoli definitivamente in sicurezza e dichiarare fallita la campagna dell’uomo forte della Cirenaica. Parallelamente, punteranno a est per riprendere Sirte, anche se qui potrebbero incontrare maggiori resistenze. 

Back To Top