skip to Main Content

Libia, qualcuno cerca di sabotare il Multaqa Watani con false liste di partecipanti

Libia, Qualcuno Cerca Di Sabotare Il Multaqa Watani Con False Liste Di Partecipanti

Qualcuno sta cercando di sabotare la Conferenza Nazionale in Libia. UNSMIL: Circolano almeno 7 liste false di partecipanti al Multaqa Watani. Ce ne è solo una vera e l’abbiamo noi

C’è qualcuno in Libia che sta cercando di destabilizzare la sicurezza e mettere a rischio la Conferenza Nazionale. Lo sta facendo diffondendo nel paese africano false liste di partecipanti, finora arrivate a sette, in cui sono escluse figure di rilievo. Da alti dignitari a livello tribale a militari, a personalità legate a Khalifa Haftar e alla Camera dei Rappresentanti (HoR) di Tobruk. L’obiettivo è generare confusione e rabbia tra i presunti “non invitati” per alimentare possibili loro reazioni armate. A denunciarlo è il capo di UNSMIL, la missione ONU nella nazione, Ghassan Salamé. Sul suo profilo Twitter ha scritto che circolano sette elenchi di presunti partecipanti al Multaqa Watani e che ne potrebbero essere diffusi altri per indurre in confusione e sabotare l’evento. “I miei fratelli libici sono intelligenti e li ignoreranno – ha aggiunto -. L’unica lista valida è nelle mie mani e i partecipanti saranno informati dalla missione”. 

Mentre Gadames si prepara a ospitare l’evento, Sarraj fa il giro dei partner locali e Haftar vola in Arabia Saudita. Si attendono gli esiti del summit UE-ONU-Lega Araba e Unione Africana

Intanto, anche a Gadames – dopo Tripoli – sono cominciati i preparativi per il Multaqa Watani. Il sindaco della città, Jamal Al-Aswad, ha avuto un incontro approfondito con i membri del consiglio municipale e con gli Elders locali per illustrare loro gli accordi presi con UNSMIL. Questi non sono legati solo alla sicurezza della Conferenza dal 14 al 16 aprile, ma anche alla logistica. Sarraj, nel frattempo, continua a fare il giro dei partner locali per chiedere sostegno in occasione dell’evento. Haftar, invece, è volato in Arabia Saudita per discutere della sua posizione con Re Salman. Nessuno, comunque, al momento si è espresso su quelli che saranno i suoi capisaldi. Peraltro, c’è attesa anche per l’incontro di sabato sulla Libia tra UE, Unione Africana, Lega Araba e ONU. Le parti hanno preannunciato l’adozione di “passi significativi” per supportare il processo politico e le elezioni. Finora, però, non hanno fornito alcun dettaglio.

Back To Top