skip to Main Content

Libia, nuovi raid di Haftar su Tripoli nonostante l’appello ONU

Libia, Nuovi Raid Di Haftar Su Tripoli Nonostante L’appello ONU

Libia, nuovi raid di Haftar su Tripoli. L’LNA colpisce al-Swani, causando diverse vittime tra cui molti bambini. Ciò a meno di 24 ore dall’ultimo appello del Consiglio di Sicurezza ONU

Khalifa Haftar cerca di fermare la controffensiva del GNA con nuovi raid su Tripoli. Gli assetti aerei dell’LNA nelle scorse ore hanno colpito nuovamente la capitale libica. In particolare, alcuni quartieri residenziali come al-Swani, dove non risultano essere presenti strutture militari del governo di Fayez Sarraj. Il bilancio, secondo fonti locali, è di almeno cinque feriti uccisi e 10 feriti, di cui molti bambini. Ciò a meno di 24 ore dall’ultima riunione del Consiglio di Sicurezza ONU, che ha chiesto nuovamente alle parti di istituire immediatamente un cessate il fuoco e agli attori internazionali di onorare l’embargo sulla vendita di armi alle due fazioni. Per le Nazioni Unite, infatti, c’è bisogno di una de-escalation ed è necessario impegnarsi per una tregua. L’appello, però, almeno per il momento sembra essere caduto nel vuoto da parte di entrambe le fazioni coinvolte.

Nè il Generale né Sarraj non sembrano intenzionati a fermarsi al momento. Qualcosa potrebbe venire dal prossimo incontro a Ginevra, anche se gli analisti sono scettici

Haftar e Sarraj, infatti, continuano a combattersi senza limiti. Il primo continua la sua campagna di strike contro Tripoli e l’area sud della Libia, incurante se vengano colpiti obiettivi civili o meno. Inoltre, cerca ancora di conquistare Aziziyah per tagliare in due la strada che dalla capitale del paese africano porta a Gharyan. Il secondo, invece, ha nuovamente aumentato il pressing sull’LNA da Ain Issa e Yarmouk a Qasr Bin Ghashir. Sia con le forze di terra sia con la componente aerea. Parallelamente sta accerchiando Tarhuna per poi invaderla. Tanto che a seguito di questa situazione, la Conferenza di Berlino è slittata ancora (si dovrebbe tenere all’inizio del 2020). Qualche novità potrebbe emergere dall’imminente incontro a Ginevra tra il GNA e alti esponenti di Bengasi, ma molti analisti sono scettici. Ritengono che a nessuno dei due attori, per motivi di opportunità, oggi interessi bloccare le ostilità e raggiungere una tregua.

Back To Top