skip to Main Content

Libia, nuova accelerazione nella guerra civile tra Sarraj e Haftar

Libia, Nuova Accelerazione Nella Guerra Civile Tra Sarraj E Haftar

Nuova controffensiva delle forze del GNA contro l’LNA a sud di Tripoli. I militari spiazzano gli uomini di Haftar ad Ain Zara, Khallatat e Yarmouk, obbligandoli a ripiegare a sud. Catturati inoltre diversi miliziani di Bengasi

La guerra civile in Libia, dopo giorni di stallo, subisce una nuova accelerazione improvvisa. Le forze del GNA hanno ripreso l’offensiva contro l’LNA avanzando sugli assi di Khallatat e Yarmouk. I soldati di Tripoli, grazie alla copertura dell’artiglieria, sono riusciti a guadagnare terreno, obbligando gli uomini di Khalifa Haftar a ripiegare a sud. Inoltre, hanno sventato un tentativo di attacco delle truppe del Generale a Naqliya, Ahyaa Bariya, Naqliya e Khallatat. Parallelamente, sono in corso violenti scontri nell’area di Ain Zara, ma sembra che i militari di Fayez Sarraj stiano avendo la meglio. Fonti locali riportano che sono stati catturati diversi miliziani di Bengasi, tra cui un comandante della brigata Tariq bin Ziyad, e un mercenario sudanese. Infine, è stato distrutto uno dei più grandi depositi di armi e munizioni dell’uomo forte della Cirenaica a Baer Al-Tuta.

La ripartenza improvvisa di Tripoli arriva dopo il viaggio di Sarraj in Turchia. Il Generale cerca di correre ai ripari bombardando qualsiasi aeroporto nell’Ovest, compresi quelli ancora in costruzione come Kabao

L’improvvisa accelerazione del conflitto interno in Libia sembra sia dovuta al recente incontro, conclusosi in un accordo sulla sicurezza, tra Sarraj e il presidente turco, Recep Tayyp Erdogan. L’intesa prevede l’invio di altri istruttori militari da parte di Ankara e di nuovi mezzi e assetti per le forze del GNA. Ciò ha obbligato Haftar a reagire, incrementando i raid su tutti gli aeroporti “nemici”, per cercare di ripristinare le rotte di rifornimento alla prima linea dell’LNA a sud di Tripoli. Non a caso, nelle ultime ore è stata colpita la pista di Kabao, nonostante non sia stata ancora completata e sarà esclusivamente per scopi civili. L’uomo forte della Cirenaica, infatti, è ossessionato dalla superiorità aerea di Tripoli e attacca su base quasi quotidiana ogni scalo, allo scopo di distruggere i centri di comando dei droni pro-Sarraj e di bloccare i decolli dei caccia ostili. 

Back To Top