skip to Main Content

Libia, l’LNA si ritira da Tripoli. Haftar è con l’acqua alla gola

L’LNA si ritira a sorpresa da Tripoli. Formalmente per consentire la fine del Ramadan in sicurezza. In realtà, per prendere fiato dalle offensive di Sarraj. Il GNA, infatti, ha aumentato il pressing su Qasr Ben Ghashir e Tarhuna

L’LNA si ritira dalla prima linea a sud di Tripoli. Lo ha annunciato il portavoce dell’esercito di Khalifa Haftar, Ahmed al Mismari, motivando l’iniziativa per consentire le pratiche religiose durante la festa di fine Ramadan. In realtà il motivo è che le truppe del Generale non riescono più a resistere al pressing delle forze del GNA e cercano quindi di riprendere fiato. Soprattutto dopo che i soldati di Fayez Sarraj hanno lanciato la doppia offensiva su Qasr Ben Ghashir e Tarhuna. Le due roccaforti sono state dichiarate “zone militari” e sono in corso violenti bombardamenti, forse preludio a una massiccia invasione di terra. Gli uomini di Bengasi nel quadrante, inoltre, hanno praticamente esaurito le risorse e sono nel panico. Soprattutto dopo che è caduta la base aerea di Witiya. Tanto che, secondo fonti locali, nelle scorse ore ci sono state già diverse defezioni.

Il Generale sta per essere scaricato dai partner internazionali. Ciò a seguito di una campagna giudicata fallimentare, costosissima e irrecuperabile. Soprattutto dopo la caduta di Witiya

Peraltro, ci sono già voci sul fatto che i partner internazionali di Haftar si stiano preparando a scaricarlo, a seguito della fallimentare e carissima campagna contro Sarraj. Le tribù libiche orientali lo hanno già fatto nelle scorse ore, dopo che e forze del GNA hanno conquistato Witiya a seguito soprattutto della diserzione dei soldati dell’LNA, fuggiti a sud invece di combattere. Cresce quindi, sia nel paese nord africano sia all’estero, la convinzione che il Generale non sia più in grado di cambiare la situazione. La perdita della base è stato un fatto molto grave e se si aggiungerà anche il crollo di Qasr Ben Ghashir e Tarhuna, per l’uomo forte della Cirenaica potrebbe essere la fine. Secondo il media egiziano Mada 24, Il Cairo e gli Emirati Arabi Uniti (UAE) avrebbero già preso la loro decisione e starebbero pensando a come metterla in pratica.

Back To Top