skip to Main Content

Libia, le milizie si ritirano e torna la pace a Tripoli. Fino a quando?

Libia, Le Milizie Si Ritirano E Torna La Pace A Tripoli. Fino A Quando?

Finiti ancora una volta i combattimenti a Tripoli. La Settima Brigata torna a Tarhuna e la Al-Smoud si ritira dalla strada dell’aeroporto. A breve si attende una nuova tregua tra GNA e milizie, mediata dall’ONU (UNSMIL)

Sono nuovamente finiti i combattimenti a sud di Tripoli, lo ha confermato il Direttorato della sicurezza della capitale libica. Secondo alcune fonti locali, la Settima Brigata dei fratelli Kani è tornata a Tarhuna e quella Al-Smoud si è ritirata dalla strada dell’Aeroporto. Rimane un bilancio di oltre 115 morti e 560 feriti. Che la situazione sia tornata, almeno per ora alla calma, lo si capisce anche dal fatto che i militari del GNA hanno smantellato le fortificazioni e permesso ai civili di tornate alle loro case. Sembra, peraltro, come avvenuto recentemente, che a breve sarà firmata una nuova tregua. Sempre mediata da UNSMIL, la missione ONU nel paese nord africano. Ad avvantaggiare i negoziati sarebbe stata la liberazione da parte del governo Sarraj di decine di prigionieri legati alle due milizie.

L’ultima battaglia ha confermato due cose: Sarraj non è in grado di gestire la sicurezza nella capitale libica e le milizie non possono resistere per lungo tempo. Ma attaccare all’improvviso sì, e sono in molti quelli che vogliono ottenere benefit

Quanto accaduto, però, conferma due elementi importanti. Il primo è che il premier del GNA non è in grado di garantire la sicurezza nella capitale libica. L’offensiva della Settima Brigata, infatti, è cominciata poco dopo che Sarraj aveva deliberato alcuni provvedimenti e sostituzioni nelle forze armate, i quali avrebbero dovuto mettere Tripoli in sicurezza contro ulteriori possibili attacchi. Il secondo è che le milizie non hanno capacità di resistenza e di difesa a medio e lungo termine. Hanno dimostrato poter dare il via a manovre in massa con un breve preavviso, ma non di riuscire a gestire troppi nemici o un conflitto di “posizione”. Di conseguenza, come accaduto recentemente, dopo aver ottenuto un minimo dal governo, hanno nuovamente aderito alla tregua. Perciò, è probabile che quella di questi giorni non sia l’ultima battaglia nella città. Anche perché le altre milizie non rimarranno a guardare col rischio di perdere possibili benefit.

Back To Top