skip to Main Content

Libia, le forze di Sarraj attaccano l’LNA per allontanarlo da Aziziyah

Libia, Le Forze Di Sarraj Attaccano L’LNA Per Allontanarlo Da Aziziyah

Le forze del GNA hanno lanciato una controffensiva a sorpresa contro l’LNA a sud di Tripoli, da Ain Zara e Yarmouk fino ad Aziziyah. Obiettivo: allontanare gli uomini di Haftar, che avevano appena ricevuto rinforzi, e prevenire un loro probabile attacco contro la città

Nuova controffensiva a sorpresa delle forze del GNA contro l’LNA. Nelle scorse ore, i soldati di Fayez Sarraj hanno lanciato un attacco contemporaneo ad Ain Zara, Yarmouk e nell’area di Aziziyah contro gli uomini di Khalifa Haftar. Obiettivo delle manovre, estendere la bolla di sicurezza a sud di Tripoli e allontanare le truppe di Bengasi dai centri nevralgici, prima che queste li colpissero. Non è passato inosservato, infatti, che il Generale nei giorni scorsi ha inviato rinforzi nella zona e si temeva che potesse effettuare nuovi blitz proprio ad Aziziyah. Ciò, in quanto per lui è strategico assumere il controllo della città Se ci riuscisse, isolerebbe Gharyan dalla capitale e a quel punto attaccarla sarebbe più facile. L’uomo forte della Cirenaica per sperare di sbloccare lo stallo, deve infatti ripristinare al più presto le rotte di rifornimento verso la sua prima linea. Ma per farlo deve conquistare prima l’altopiano.

Intanto, si appresta a riaprire l’aeroporto internazionale di Mitiga, che ospiterà un terminal dedicato a ONU e UNSMIL per confermare che lo scalo è solo civile. Come si comporterà il Generale?

Intanto, il GNA si appresta a riaprire l’aeroporto internazionale di Mitiga, chiuso dopo i continui attacchi di Sarraj. Lo scalo dovrebbe essere stato ulteriormente rinnovato nel frattempo, tanto che dovrebbe ospitare anche un terminal dedicato ai voli ONU e a UNSMIL. Ciò per confermare il fatto che sia solo civile e che quindi non rappresenti un obiettivo militare per l’LNA. Resta da vedere, però, se il Generale e i suoi alleati saranno dello stesso avviso. Ormai, l’uomo forte della Cirenaica non ha più nulla da perdere e non sembra intenzionato a fermarsi davanti a nulla. Tanto che più volte Sarraj e il governo di Tripoli hanno denunciato gli attacchi di Bengasi contro aree residenziali nella capitale, che non avevano nulla a che fare con la guerra civile in corso.

Back To Top