skip to Main Content

Libia, il GNU congela subito i fondi statali a parte quelli per gli stipendi

Il GNU come primo provvedimento congela i fondi statali libici a parte quelli per gli stipendi. Dbeibah vuole rivedere l’intero meccanismo di spesa per tagliare sprechi e fermare ruberie. Salta anche il comitato Covid-19, nascerà una struttura più agile

Il nuovo Governo di Unità Nazionale (GNU) libico si è già insediato nei giorni scorsi, anche se ha giurato solo il 15 marzo, e ha emanato subito alcuni provvedimenti. Il primo, quello più importante, è stato congelare i conti correnti di tutti gli organismi e delle compagnie statali fino a nuovo ordine, escludendo dal blocco solo i fondi per pagare i salari ai dipendenti pubblici. L’obiettivo del primo ministro Abdul-Hamid Dbeibah è rivedere tutto il meccanismo e i dettagli sulle spese della pubblica amministrazione per tagliere sprechi e ruberie. A proposito ha anche esortato la Banca Centrale a fermare ogni transazione che viola l’ordinanza. Inoltre, Dbeibah ha sciolto il comitato Covid-19 istituito dal GNA di Fayez Sarraj e molto criticato nel paese africano. Il premier vuole creare una nuova struttura, più agile e operativa, formata da soggetti diversi.

Back To Top