skip to Main Content

Libia, Haftar non vuole che “estranei” vadano a Sud

Haftar chiude a sorpresa l’aeroporto di Sabha, appena riaperto, mentre sono in corso i colloqui HCS-HoR in Marocco. Il Generale teme che Sarraj aiuti i Tabu e che ci possa essere troppo interesse sulle risorse del Fezzan

Khalifa Haftar non vuole che estranei vadano nel sud della Libia. Mentre a Bouznika è in corso il secondo round di colloqui Alto Consiglio di Stato (HCS)-Camera dei Rappresentanti (HoR), il Generale inviato a sorpresa assetti dell’LNA all’aeroporto di Sabha per bloccarlo. Ciò dopo che lo scalo aereo era stato riaperto solo pochi giorni fa. Il comandante delle truppe di Bengasi ha ordinato la sospensione di tutti i voli senza fornire motivazioni. Gli analisti ritengono, però, che l’uomo forte della Cirenaica voglia tenere Fayez Sarraj e il GNA lontano dal Fezzan, per due motivi: innanzitutto per evitare che il “nemico” fornisca aiuti e supporto alla minoranza dei Tebu, i quali potrebbero rivoltarsi nuovamente contro di lui, sfruttando rinforzi e rifornimenti. Inoltre, teme che si cominci a concentrare troppo l’attenzione sulla regione, ricca di risorse energetiche e minerali non ancora esplorate, su cui Haftar vuole mantenere il grip a ogni costo.

Back To Top