skip to Main Content

Libia, Haftar è stato delegittimato: abolita la carica di Comandante dell’Esercito

Libia, Haftar è Stato Delegittimato: Abolita La Carica Di Comandante Dell’Esercito

Haftar, oltre alle difficoltà per il fallimento della campagna a Tripoli, è stato delegittimato. La HoR ha votato all’unanimità l’abolizione della carica di Comandante generale dell’Esercito, ritagliata sul Generale. Inoltre, ha aderito al piano di pace di Sarraj e parteciperà al Multaqa

Khalifa Haftar in Libia non sta perdendo solo la campagna contro Fayez Sarraj, ma anche il suo ruolo e lo status. La Camera dei Rappresentanti (HoR), infatti, ha appena votato all’unanimità l’eliminazione della carica di Comandante generale dell’esercito, come riferisce Libya Observer. Questa era stata stabilita nel 2015 proprio per soddisfare le ambizioni del Generale, in quanto la forza armata non aveva più questa posizione dal 1951. Inoltre, la HoR ha aderito all’iniziativa di pace del premier di Tripoli e ha fatto sapere che parteciperà al Multaqa, la Conferenza Nazionale tra tutti gli attori del paese africano, a cui però né l’uomo forte della Cirenaica né i suoi alleati sono stati invitati. Per il Generale l’abolizione della carica è un ulteriore colpo, in quanto è stato di fatto delegittimato agli occhi dei suoi stessi uomini.

Intanto le forze del GNA attaccano le rotte di rifornimento per la prima linea dell’LNA a sud di Tripoli. Colpito un convoglio che trasportava munizioni e carburante a Gharian

Intanto, mentre vanno avanti i colloqui per la preparazione del Multaqa, le forze del GNA hanno intensificato gli attacchi sull’LNA. In particolare si punta a neutralizzare le rotte di rifornimento di carburante per la prima linea delle truppe di Haftar a sud di Tripoli. A questo proposito, i caccia di Sarraj hanno effettuato un raid mirato su un convoglio di mezzi a sud di Gharian. Secondo fonti locali questi trasportavano munizioni e benzina. Inoltre, erano diretti a Qasr Ben Ghashir, Ain Zara e Yarmouk. Parallelamente, i caccia di Sarraj hanno colpito anche la base aerea di al-Watiayh, a ovest vicino al confine con la Tunisia. L’aeroporto, controllato dalle truppe del Generale, è uno dei due insieme a quello internazionale da cui partono i raid contro la capitale libica. La struttura è stata danneggiata, ma non si conosce a che livello.

Back To Top