skip to Main Content

Libia: Haftar dichiara guerra a tutti, Italia compresa, per prendere Tripoli

Libia: Haftar Dichiara Guerra A Tutti, Italia Compresa, Per Prendere Tripoli

Haftar non esita a dichiarare guerra a tutti, Italia compresa, pur di cercare di prendere Tripoli. Raid all’aeroporto di Misurata, pur sapendo che ospita anche i nostri militari, i quali per fortuna non sono rimasti coinvolti

Khalifa Haftar dichiara guerra a tutti, Italia compresa. Il Generale ormai è disposto a tutto pur di cercare di prendere Tripoli, tanto da non esitare a bombardare l’aeroporto di Misurata, pur sapendo che al suo interno ci sono anche i militari del nostro paese. Fortunatamente, come ha fatto sapere lo Stato Maggiore della Difesa (SMD), nessun o dei nostri soldati o le infrastrutture usate sono rimaste coinvolte nel raid dell’LNA. Il bilancio, però, sarebbe potuto essere diverso. Ciò è un chiaro segnale che l’uomo forte della Cirenaica ormai non si fermerà davanti a nulla o a nessuno per vendicarsi su Fayez Sarraj e il GNA. Vincere la campagna, infatti, è praticamente impossibile ed è stato dimostrato anche negli ultimi giorni. Rimane quindi solo sperare di causare più danni possibili agli artefici della sua sconfitta.

I bombardamenti a Misurata erano un diversivo per coprire la nuova “Zero Hour” del Generale all’aeroporto internazionale di Tripoli. Le forze di Sarraj, però, si aspettavano un tentativo del genere e hanno respinto, mettendo in fuga, gli uomini del Generale. Fallita quindi l’ennesima offensiva

I raid di Haftar sull’aeroporto di Misurata, peraltro, erano un diversivo. L’obiettivo era distrarre il nemico mentre si cercava di recuperare terreno all’aeroporto internazionale di Tripoli. Le truppe dell’LNA hanno attaccato le forze del GNA nell’area del Naqliya Camp, ma sono state respinte con perdite. Per alcune ore le forze del Generale sono riuscite a entrare nella struttura, ma poi non hanno retto al pressing nemico e sono fuggite, abbandonando mezzi ed equipaggiamenti. Secondo Bengasi quello sarebbe dovuto essere un nuovo “Zero Hour”, da cui poi puntare la capitale. Il tentativo, però, è naufragato. I militari di Sarraj, infatti, si spettavano un attacco nel quadrante. Ciò, in quanto l’uomo forte della Cirenaica cerca a tutti i costi strade veloci per arrivare alla capitale. E quella dell’aeroporto è la migliore. Di conseguenza, era solo questione di tempo, prima che ci fosse un blitz.

Back To Top