skip to Main Content

Libia: Haftar cerca di “salvare” Sirte dalla controffensiva di Sarraj

Haftar cerca di “salvare” Sirte dalla controffensiva di Sarraj. L’LNA continua gli attacchi sulla strada costiera per isolare Qarabulli da Tripoli, ed evitare che le forze del GNA ad Abu Grein ricevano rinforzi

La risposta di Khalifa Haftar all’offensiva del GNA su Witiya e Tarhuna, come previsto, è stata bombardare nuovamente Tripoli. L’LNA ha preso di mira la strada costiera che collega la capitale libica con le città a est per cercare di isolare l’area di Qarabulli. Qui gli uomini del Generale stanno cercando di ridurre il pressing dei soldati di Fayez Sarraj ad Abu Grein, tagliando loro la capacità di ricevere rinforzi. L’uomo forte della Cirenaica, infatti, teme che questi riescano ad arrivare  e a riprendere Sirte, l’unico successo reale della sua campagna. Di conseguenza, sta convogliando la maggior pare degli sforzi nel quadrante, sapendo che la sua prima linea a sud di Tripoli ha i giorni contati, se non riceverà rinforzi e rifornimenti. Ipotesi al momento impossibile, in quanto il nemico ha bloccato tutte le rotte da Bani Walid e colpisce i convogli più a sud.

Intanto, il Generale invia Mahmoud Al-Werfalli a Bani Walid per reclutare nuove forze, in quanto la sua tribù e la città storicamente erano leali a Gheddafi. La missione del criminale di guerra, però, è in salita

Intanto, Haftar cerca disperatamente di trovare nuove forze da inviare a sud di Tripoli per arginare l’offensiva di Sarraj. Il Generale ha infatti inviato il suo uomo di fiducia, Mahmoud Al-Werfalli, a Bani Walid, mettendolo a capo di una brigata che opera in città. Il compito dell’emissario, su cui pende una condanna per crimini di guerra da parte della Corte Penale Internazionale (CPI), è convincere la popolazione locale a combattere contro il GNA. E’ stato scelto in quanto appartiene alla tribù Warfalla, storicamente leale a Muammar Gheddafi, come lo sono la maggior parte degli abitanti della città. La sua missione, però, si prospetta difficile. Ciò in quanto il Consiglio Sociale delle tribù ha appena sancito come illegale la presenza dell’LNA nel centro abitato, a causa dei massacri perpetrati durante la guerra civile in corso.

Back To Top