skip to Main Content

Libia, Haftar cerca di difendere in ogni modo l’aeroporto internazionale di Tripoli

Libia, Haftar Cerca Di Difendere In Ogni Modo L’aeroporto Internazionale Di Tripoli

Haftar invia ondate di rinforzi all’aeroporto internazionale di Tripoli. Obiettivo: difenderlo a ogni costo dall’avanzata delle forze del GNA

Khalifa Haftar sta tentando il tutto e per tutto per difendere l’aeroporto internazionale di Tripoli dalle forze del GNA. Poche ore fa sono giunti allo scalo nuovi rinforzi per l’LNA. Ciò a seguito del fatto che le truppe di Fayez Sarraj avanzano rapidamente e potrebbero presto invaderlo. Il Generale ha lanciato un contrattacco, sperando di allontanare il nemico, ma le difese dei soldati hanno retto. Inoltre, questi hanno risposto bombardando Qasr Ben Ghashir e Gharian. L’obiettivo è bloccare le rotte di rifornimento di carburante alla prima linea dell’uomo forte della Cirenaica, che opera a sud della capitale libica, tra Yarmouk e Ain Zara. Gli assetti del Generale hanno anche effettuato raid aerei su Camp Tajoura. La ex base militare ospita un ospedale, dove forse vengono curati i militari. Formalmente la struttura dovrebbe diventare un centro di eccellenza sulle patologie legate ai reni. 

Il Generale sa che non può perdere lo scalo. Se le truppe di Sarraj ne assumessero il controllo, potrebbero esercitare su Qasr Ben Ghashir e Gharian un pressing continuo e costante, che l’LNA non è in grado di reggere a lungo

L’invio di rinforzi all’aeroporto internazionale di Tripoli ha un significato ben preciso. Haftar non può permettersi di perderlo, in quanto se cadesse nelle mani di Sarraj, verrebbe seriamente ipotecata tutta la sua campagna in Libia. Lo scalo, infatti, si presta come base operativa avanzata per le truppe del GNA, da cui attaccare facilmente il quartier generale dell’LNA di Qasr Ben Ghashir e Gharian. Con il controllo della struttura, infatti, le forze del governo riconosciuto potrebbero ricevere rinforzi e rifornimenti direttamente sulla prima linea. Ciò garantirebbe loro la capacità di esercitare un pressing costante sul nemico, che gli assetti del Generale non son0o in grado di subire a lungo. Di conseguenza, i due obiettivi cadrebbero dopo poco tempo e la guerra civile sarebbe persa. A quel punto l’uomo forte della Cirenaica non si salverebbe con una tregua. Sarraj, infatti, non l’accetterebbe mai.

Back To Top