skip to Main Content

Libia, Haftar attacca Murzuq per non perdere le risorse a sud

Libia, Haftar Attacca Murzuq Per Non Perdere Le Risorse A Sud

Haftar ha bombardato Murzuq per stroncare un nuovo tentativo di ribellione della tribù Tabu contro l’LNA. Il Generale non può permettersi di perdere il sud della Libia, ricco di risorse, e vicino al confine con Algeria, Niger e Ciad

Khalifa Haftar attacca la tribù Tabu nel sud della Libia per fermare una rivolta, che presto sarebbe potuta diventare incontrollabile e causargli nuovi problemi. I caccia dell’LNA hanno bombardato Murzuq, uccidendo decine di persone e ferendone molte altre. Immediata la condanna di Tripoli e del premier del GNA, Fayez Sarraj, che hanno chiesto all’ONU di considerare l’azione del Generale come un crimine di guerra. I raid hanno uno scopo ben preciso: bloccare sul nascere ogni tentativo delle tribù locale di cacciare dall’area gli uomini di Bengasi. Per l’uomo forte della Cirenaica il territorio a Sud è strategico. Sia perché vicino al confine con Algeria, Niger e Ciad sia per le risorse che vi sono all’interno. Sono proprio queste, infatti, che gli evitano di perdere il sostegno di alcuni partner internazionali, intenzionati a sfruttarle. Perciò, non può permettersi di perderle per nessun motivo.

A sud di Tripoli torna lo stallo, mentre Sarraj prepara una nuova offensiva. Haftar cerca di risparmiare assetti per difendere la prima linea ormai a pezzi e col morale a terra

La guerra civile tra Haftar e Sarraj, intanto, è tornata in stallo. Gli scontri tra le forze del GNA e l’LNA sono diminuiti, allo stesso modo dei rispettivi raid aerei. Il nuovo stop è avvenuto dopo che le forze di difesa di Misurata hanno abbattuto un drone Wing Loong-II del Generale. La perdita è un duro colpo per lui, in quanto riduce ancora la sua capacità di colpire obiettivi nemici a distanza. Parallelamente, incrementa anche la superiorità aerea di Tripoli, che si sta preparando a lanciare una nuova offensiva in massa. Di conseguenza, l’uomo forte della Cirenaica deve risparmiare assetti, usandoli solo dove è più necessario e ci sono meno rischi: vedi a Murzuq. La prima linea di Bengasi, infatti, è a corto di rinforzi e rifornimenti. Inoltre gli uomini sono a pezzi e col morale a terra. Quindi, non potrebbe resistere a lungo senza il supporto dei caccia.

Back To Top