skip to Main Content

Libia, gli Usa trattano con Sarraj e Haftar per porre fine alla guerra civile

Libia, Gli Usa Trattano Con Sarraj E Haftar Per Porre Fine Alla Guerra Civile

Una delegazione Usa ha incontrato Haftar e Sarraj per porre fine alla guerra civile in Libia. Obiettivo: arrivare a una tregua, che sarà annunciata alla Conferenza di Berlino

Gli Stati Uniti hanno avviato una doppia trattativa con Fayez Sarraj e Khalifa Haftar per porre fine alla crisi in Libia. Domenica una delegazione Usa, come hanno riportato i media, aveva avuto un colloquio con il Generale. A questo si è aggiunto oggi un incontro con il premier del GNA in Bahrein. L’obiettivo comune: porre le basi per un cessate il fuoco, che potrebbe essere annunciato al termine della Conferenza di Berlino. La task force americana era composta dal vice consigliere per la sicurezza nazionale per gli affari mediorientali e africani, Victoria Coates; dall’ambasciatore Usa nel paese africano, Richard Norland; dal Principal Deputy Assistant Secretary per gli Affari Internazionali del dipartimento dell’Energia statunitense, Matthew Zais, e dal vice direttore di AFRICOM, il generale Steven deMilliano.

Per il Generale gli Stati Uniti sono un’arma a doppio taglio: da una parte rappresentano un problema, in quanto hanno assunto posizioni pro-Tripoli. Dall’altra, però, anche un’opportunità. Il Generale, sempre più in difficoltà, è obbligato a trattare con Washington per sperare di sopravvivere

Per Haftar, l’entrata degli Usa nella partita libica è un’arma a doppio taglio. Da una parte è un problema, in quanto gli Stati Uniti hanno assunto posizioni pro-Sarraj, chiedendogli nei giorni scorsi di cessare subito l’offensiva su Tripoli. Dall’altra, però, è anche un’opportunità. Il Generale, infatti, è sempre più in difficoltà. L’offensiva contro il GNA è in stallo e perde ogni giorno di più il controllo sui suoi uomini. Non a caso il portavoce dell’LNA in un’intervista appena rilasciata ha definito “inutile” la Conferenza di Berlino, ribadendo che l’unica soluzione alla guerra civile è quella militare. Di conseguenza, è obbligato a trattare con Washington per sperare di ottenere qualcosa dalla partita e una sorta di immunità nel caso decida o sia obbligato a cercare rifugio negli Usa (una corte della Virginia ha spiccato verso di lui un mandato d’arresto e l’uomo forte della Cirenaica ha anche la cittadinanza americana). 

Back To Top