skip to Main Content

Libia, gli avvocati difensori scaricano Haftar nella causa sui crimini di guerra

Gli avvocati difensori scaricano Haftar nella causa per crimini di guerra in Libia. I legali lamentano la non cooperazione e il mancato saldo degli onorari

I legali che difendono Khalifa Haftar dalle accuse di crimini di guerra presso una corte della Virginia scaricano il generale. Lo ha confermato la Libyan American Alliance, spiegando che gli avvocati hanno scritto al giudice Leonie Brinkema, chiedendo di essere esonerati dal caso. Ciò in quanto l’ex uomo forte della Cirenaica non collaborerebbe e non avrebbe saldato gli onorari, obbligando i difensori a dover pagare oneri finanziari insostenibili. Haftar, che ha anche la cittadinanza statunitense, è stato accusato da diverse famiglie libiche di aver commesso atrocità nel paese nord africano nel corso della guerra fallimentare contro il GNA di Fajez Sarraj. Tanto che la corte della Virginia già nel 2019 ha chiesto il suo arresto. Di conseguenza, Haftar potrebbe essere nuovamente giudicato in absentia e, se fosse condannato in via definitiva, gli sarà precluso l’ingresso negli Stati Uniti.

Il Generale rischia di non poter più entrare negli Usa e di perdere le sue proprietà

Haftar, peraltro, non solo rischia di non poter più entrare negli Usa, dove vive parte della sua famiglia; ma anche di perdere sue proprietà negli Stati Uniti. Non si esclude infatti che lo studio legale americano faccia causa al Generale per recuperare gli onorari non saldati. In quel caso, i suoi asset verrebbero sequestrati in attesa dell’esito del procedimento. Per di più, non sarebbe facile per lui trovare nuovi legali che lo assistano, a seguito della fama accertata di cattivo pagatore. Di conseguenza c’è l’elevata possibilità di perdere anche su questo versante. L’unica soluzione sarebbe pagare gli avvocati, ma con quali fondi soprattutto dopo che la Russia ha chiuso i cordoni della borsa e ha deciso di puntare su altri cavalli? Inoltre, ciò forse preserverebbe le priorità ma non tutelerebbe Haftar dai rischi di una condanna in contumacia per crimini di guerra in Libia.

Back To Top